rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Variante Malvaso, Nipaf in Comune: sequestrate le carte

Nel mirino della Procura le delibere di giunta con le quali sono state apportate modifiche al piano particolareggiato per l'edilizia per la realizzazione di un edificio di 10mila metri quadrati a Borgo Piave

Gli uomini del Nipaf si sono recati ieri mattina negli uffici del Comune di Latina dove hanno sequestrato tutta la documentazione e le carte, in originale, relative alla cosiddetta “variante Malvaso”.

Vanno avanti le indagini del Nucleo Investigativo Polizia Ambiente e Foreste nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Gregorio Capasso: nel mirino le delibere di giunta, che sarebbero considerate illegittime, con le quali sono state apportate modifiche al piano particolareggiato per l’edilizia che avevano permesso alla società del consigliere comunale di Forza Italia Vincenzo Malvaso di ottenere la concessione per la realizzazione di un edificio di 10mila metri quadrati a Borgo Piave.

LA DIFESA DELL'AMMINISTRAZIONE

Nell’inchiesta risultano indagate 14 persone tra politici, amministratori, tecnici e imprenditori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante Malvaso, Nipaf in Comune: sequestrate le carte

LatinaToday è in caricamento