Cronaca Terracina

Prodotti ittici venduti online, sequestrati dalla Guardia Costiera vasetti di tonno e alici

L'operazione dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina: da una serie di controlli in rete i militari sono riusciti a scovare un venditore che poi, fingendosi acquirenti, hanno contattato fino ad arrivare al sequestro dei 24 vasetti di conserve sott’olio

Brillante operazione della Guardia Costiera dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina che ha sequestrato prodotti ittici commercializzati on line. 

Proprio da una serie di controlli in rete i militari sono riusciti a scovare un venditore che poi, fingendosi acquirenti, hanno contattato fino ad arrivare al sequestro. 

Dopo aver visto un annuncio di vendita di prodotti ittici in conserve sott’olio su un sito internet di compravendite tra privati e pubblicato da parte di un fornitore presente nel territorio di Terracina, i militari hanno intrattenuto una contrattazione sui prezzi e sulla merce proposta, acquisendo così ulteriori elementi di valutazione. 

Dopo alcuni giorni, necessari per eseguire anche ulteriori indagini nei confronti del venditore e dei prodotti offerti, sono giunti così ad un accordo stabilendo un incontro di persona per procedere all’acquisto di alcuni vasetti di alici e tonno sott’olio che doveva tenersi presso un noto centro commerciale di Terracina. 

Avuta contezza della merce venduta, gli uomini della Guardia Costiera, in abiti borghesi, si sono qualificati ed hanno proceduto al sequestro della merce: 24 vasetti di conserve sott’olio, smerciati in violazione delle vigenti norme Nazionali e Comunitarie in materia di etichettatura e tracciabilità dei prodotti ittici. All’incauto presunto venditore, di origini siciliane, è stata contestata anche una sanzione amministrativa di 1.500 euro.

“L’operazione effettuata, rientra nella più ampia attività di vigilanza sull’intera  filiera ittica svolta dal personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina”, spiega la Capitaneria di Porto in una nota, e si aggiunge al sequestro di due esemplari tonno rosso, circa 80 chili, compiuto poco prima della fine dell’anno, pescati da uno pescatore diportista, al quale è stata elevata una sanzione di oltre 30mila euro, per aver catturato gli esemplari in tempi vietati. 

“Trascorso quindi il periodo natalizio, non si arresta l’attività, la quale prosegue anche mediante il monitoraggio delle piattaforme di vendita on-line e dei social network” concludono dalla Capitaneria di Porto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodotti ittici venduti online, sequestrati dalla Guardia Costiera vasetti di tonno e alici

LatinaToday è in caricamento