Il vescovo Crociata all'assemblea diocesana: "Ripartire dalla comunità"

La Lettera pastorale "Una Chiesa che cresce: generare, educare, accompagnare alla vita in Cristo"  è stata presentata dal vescovo all’assemblea pastorale diocesana di Latina. Impegno rivolto soprattutto alle giovani generazioni

Il cammino pastorale che si prospetta per la diocesi pontina sarà orientato alla comunità e ai giovani. La Lettera pastorale "Una Chiesa che cresce: generare, educare, accompagnare alla vita in Cristo"  è stata presentata dal vescovo Mariano Crociata all’assemblea pastorale diocesana di Latina. Una sfida quella lanciata dal vescovo Crociata, a se stesso ma anche alle comunità parrocchiali, ai sacerdoti e ai laici. La relazione tra comunità e giovani passa per l’intero ciclo dell’Iniziazione cristiana: prima il dialogo con le famiglie in vista del Battesimo e dopo per i periodi necessari alla Prima comunione e alla Cresima. Due cammini che nella diocesi pontina saranno riformati, come ha spiegato lo stesso vescovo.

Rispetto ai giovani, Crociata ha riconosciuto che "già adesso le maggiori energie del nostro impegno pastorale" sono dedicate a loro, tuttavia "questo sforzo ci ha mostrato che la nostra pastorale non è in ascolto vero dei ragazzi, non li capisce per come veramente sono, non risponde alle loro attese profonde nel momento in cui si presentano per la catechesi e la frequentano. E i segni sono tanti. Questo vuol dire che è l’impostazione complessiva che è carente e, anzi, inadeguata".

"Abbiamo maturato la consapevolezza che ciò che manca è una comunità viva, che accolga e faccia sentire di essere un luogo di vita, fatto di persone appassionate del bene e dedicate le une alle altre, per le quali i ragazzi sono sentiti come un patrimonio prezioso da custodire e coltivare per prepararlo alla vita. Vogliamo ripartire da questo punto: dalla comunità. Solo così riusciremo a riprendere la strada per i sentieri degli anni passati che si sono interrotti, a raccogliere i frammenti del bene che in qualunque maniera è stato costruito, a trovare risposta alle attese dei ragazzi di oggi che tante volte sono o appaiono lontanissimi dalla Chiesa, ma sicuramente portano dentro una profonda nostalgia di Dio".

Particolarmente apprezzata, la testimonianza portata all’assemblea diocesana dal vescovo di Cremona, Antonio Napolioni, sul ruolo della comunità parrocchiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento