Norma, 18 ragazzi ad Auschwitz per un viaggio di memoria e responsabilità

Dal 23 al 29 gennaio diciotto ragazzi della terza media di Norma parteciperanno ad un viaggio che permetterà loro di rivivere uno spaccato di storia. Il 27 ad Auschwitz le celbrazioni per la Giornata della Memoria

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Contribuire alla maturazione di consapevolezza nei più giovani e impedire che la tragedia della Shoah sia dimenticata: sono questi i motivi che hanno spinto l'amministrazione comunale di Norma a organizzare anche quest'anno un viaggio ad Auschwitz. Dal 23 al 29 gennaio, infatti, diciotto ragazzi di terza media raggiungeranno la Polonia per condividere l'importante esperienza di ricordare ciò che è stato e di rivivere uno spaccato di storia.

Non è stata operata alcuna selezione e a tutti gli alunni dell'ultimo anno delle scuole medie è stata offerta la stessa opportunità. Il supporto finanziario del Comune di Norma è stato utile affinché l'onere economico delle famiglie fosse dimezzato, ma l'intervento dell'Amministrazione non si è limitato a quest'aspetto: per evitare che i ragazzi affrontassero il viaggio senza opportuna preparazione, sono state organizzate delle giornate formative. È stato così possibile chiarire i fatti storici, ma anche elaborare - grazie all'intervento della psicologa Valentina Santucci - gli aspetti emotivi che gravitano attorno ad argomenti tanto complessi.

"I nostri ragazzi avranno l'importante compito di essere ambasciatori della nostra comunità - commenta Nadia Dell'Omo, Consigliera Delegata alla Pubblica Istruzione - E il 27 gennaio, quando parteciperanno alle celebrazioni per il Giorno della Memoria, in un certo senso sarà come essere lì: ci rappresentano e so che questa responsabilità sarà d'insegnamento. Spero che questa preziosa esperienza permetta loro d'imparare, di tramandare e di testimoniare la necessità della Memoria".

Torna su
LatinaToday è in caricamento