menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Videosorveglianza, prime verifiche sul nuovo impianto con 34 telecamere

Seduta straordinaria della Commissione pianificazione strategica presso il comando della polizia municipale dove si trova anche la sala operativa del sistema di videosorveglianza della città

Prime verifiche sul nuovo impianto di videosorveglianza a Latina.

Questa mattina, infatti, la Commissione pianificazione strategica presieduta dal consigliere Maurizio Patarini, si è straordinariamente riunita presso il comando della polizia municipale dove si trova anche la sala operativa del sistema di videosorveglianza della città.

Presenti anche il comandante della Polizia Municipale, Francesco Passaretti e “Zero Tecnica” la ditta che ha vinto la gara per la realizzazione del nuovo impianto e che ha spiegato ai presenti il funzionamento della centrale operativa di videosorveglianza.

“Oggi abbiamo visto come funziona il nuovo occhio elettronico sulla città – afferma Patarini -. Un circuito di 34 telecamere, di cui 15 nuove, dislocate nei luoghi sensibili di Latina. Tutte le videocamere sono collegate ad un’unica centrale operativa dove confluiscono tutte le immagini catturate. Questo nuovo progetto di videosorveglianza ha permesso di rinnovare ed integrare le tecnologie esistenti ma soprattutto ha creato un sistema di rete integrato a cui ora possono essere collegate nuove telecamere o altri circuiti con meno costi e difficoltà. Con il nuovo sistema è stato infatti possibile aggiungere nel circuito di videosorveglianza collegato alla centrale operativa, anche le telecamere dei parchi Oasi Verde e Santa Maria Goretti”.

Si tratta di un sistema con una tecnologia di ultimissima generazione - spiega ancora il presidente della Commissione -, che viaggia su rete wi-fi, abbattendo costi delle vecchie linee ISDN.

Le 15 nuove telecamere (9 a sostituzione di altrettante già esistenti e 6 disposte a copertura di nuove zone) possono leggere una targa nitidamente a duecento metri di distanza ed hanno una prospettiva di 360°. Questa innovazione tecnologica diventa un deterrente fortissimo nei confronti di chi voglia compiere atti di vandalismo o azioni simili”.

Non solo, ha concluso poi Patarini, “al circuito delle 34 telecamere puntate sulla città si andranno a sommare le altre telecamere di videosorveglianza previste dal progetto Smart Sea del Plus presso la Marina di Latina per cui è stato anche stabilito che le economie derivanti da questa gara verranno ridistribuite nei borghi limitrofi puntando a soddisfare anche le esigenze di sicurezza dei borghi della città”.

“Con la realizzazione di questo progetto ambizioso ed innovativo, la città è ora dotata di un impianto di videosorveglianza di ultima generazione - ha commentato il sindaco Di Giorgi -. Un investimento importante e necessario che costituisce una base solida su cui pianificare le attività di controllo ma anche un mezzo per assicurare ai cittadini una maggior sicurezza nel vivere la propria città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento