Cronaca

Sì alla Casa di Prosecuzione, vicina alle donne vittime di violenza

Via libera della Commissione servizi sociali al progetto promosso dall'assessore Fanti volto al percorso di reinclusione sociale delle donne dopo l'assistenza nelle "Case Rifugio"

Era stato più volte annunciato e finalmente ora ha ricevuto il via libera anche della Commissione servizi sociali del Comune di Latina.

Parliamo del tanto voluto progetto “Casa di Prosecuzione” promosso dall’assessorato comunale ai Servizi Sociali.

Si tratta di un servizio unico in provincia di Latina il quale prevede la dislocazione di una "Casa di prosecuzione" all’interno della struttura polifunzionale costruita dall’Ater a Latina Scalo.

Attraverso questo progetto le donne vittime di violenza potranno terminare il percorso di reinclusione sociale, dopo essere state assistite nelle “Case Rifugio”

“Questa iniziativa rappresenta un progetto sperimentale di grande rilievo in grado di dare risposte adeguate alle esigenze socio culturali del territorio, oltre a quelle abitative - afferma l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Latina, Patrizia Fanti -. In linea con il programma del sindaco Giovanni Di Giorgi, l’amministrazione comunale è chiamata a esercitare un ruolo di coordinamento per la realizzazione di una rete sociale stabile. In tal senso la struttura polifunzionale di Latina Scalo rappresenta un tassello importante”.

La struttura di fatto incrementa i servizi territoriali residenziali per le vittime e i loro figli minori, amplia e qualifica significativamente i servizi offerti territorialmente in quanto è finalizzato essenzialmente ad un accompagnamento in semiautonomia delle donne già ospiti della Casa Rifugio, nel momento che si ritiene siano pronte a fare il primo passo verso una nuova indipendenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sì alla Casa di Prosecuzione, vicina alle donne vittime di violenza

LatinaToday è in caricamento