Una “rete” contro la violenza sulle donne: l’iniziativa parte a Cisterna

L’incontro sulla scia della tragedia di via Collina dei Pini. Presupposto inalienabile è che “ogni giorno diventi il 25 novembre”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Sulla scia dell’ennesimo ed inaccettabile episodio di violenza sulla donna che il 28 febbraio ha dilaniato una famiglia e con essa la comunità cisternese tutta, la "Consulta delle Donne”, il CIF e le associazioni “Sostegno Donna” e “Nessuno indietro”, nella serata di martedì 6 marzo, hanno invitato istituzioni, cittadini ed associazioni locali ad un tavolo rotondo con il fine di strutturare una cooperazione tra tutti i soggetti interessati ad intervenire fattivamente.

Il mondo associativo ha risposto favorevolmente all’invito di sedersi a questo tavolo e tra i presenti vi erano ENFASS, CRI, Associazione Goccia magica, Associazione culturale Cheri, Comitato del diritto del cittadino e pari opportunità, Associazione Esso Chissi e Associazione La loggia. 

Da questo fruttuoso  incontro sono nate le basi di una progettualità complessa, volta alla promulgazione sociale e alla creazione di una rete di riferimenti e supporti concreti, che ha fissato come primo step la necessità di stendere un protocollo di intesa tra la “Consulta delle donne” e tutte le associazioni interessate a parteciparvi in maniera sinergica. 

Presupposto inalienabile dell’evento e delle progettualità che ne sono scaturite è che “ogni giorno diventi il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, un impegno quotidiano, continuativo e soprattutto condiviso”.

Torna su
LatinaToday è in caricamento