Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Violenta l’ex e la costringe a ingerire psicofarmaci: condannato a 6 anni

Lo straniero di 37 anni è stato giudicato ieri mattina con il rito abbreviato. I fatti a Cisterna lo scorso 30 aprile

Aveva raccontato ai poliziotti di aver intrapreso una relazione con un uomo di 37 anni, di origine marocchina, che subito dopo si era rivelato violento. Da quel momento non sarebbe più riuscita ad allontanarlo e avrebbe subito costanti pressioni che l’avevano portata a decidere di troncare la storia.

La vittima, esasperata da continue telefonate, aveva deciso di incontrarlo per chiarire un'ultima volta e mettere un punto alla storia: quel 30 aprile però, aveva intuito che qualcosa sarebbe potuto andare storto e aveva avvertito un’amica, chiedendole di avvisare il fratello nel caso in cui non fosse tornata nel giro di mezz’ora.

Il 37enne, infatti, secondo la ricostruzione degli agenti del commissariato di Cisterna, l’avrebbe condotta in un casale abbandonato nei pressi della stazione, l’avrebbe picchiata e costretta a ingerire psicofarmaci, per poi violentarla per circa tre ore di seguito.

La vittima era riuscita a chiedere aiuto al fratello, giunto in compagnia di un amico per soccorrerla. Nel frattempo il 37enne si era dato alla fuga ma era stato rintracciato e arrestato nei pressi della stazione Termini dai poliziotti della Polfer. 

Ieri mattina il processo con il rito abbreviato davanti al giudice per le udienze preliminari Nicola Iansiti che lo ha condannato a sei anni e quattro mesi di reclusione.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta l’ex e la costringe a ingerire psicofarmaci: condannato a 6 anni

LatinaToday è in caricamento