Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Isonzo / Via Sezze

No al cane-guida al Majorana, il caso arriva in Parlamento

Ad annunciarlo sdegnato Davide Cavallotto, deputato della Lega Nord, il quale presenterà un'interrogazione parlamentare. Intanto la 17enne pensa di lasciare l'istituto

Sta diventando un caso nazionale quello della ragazza ipovedente di Latina al quale la preside del proprio istituto ha vietato l’accesso in classe del cane guida.

L’indignazione per quanto sta accadendo è tanta, e se la 17enne ha trovato un muro da parte della sua scuola, sicuramente ora può contare sul sostegno di tutta la città che in questi giorni le si è stretta intorno.

I genitori, dopo i vani tentativi di trovare un accordo con la dirigente del liceo scientifico Majorana, si sono rivolti ad un avvocato. Il legale ha cercato più volte una mediazione prima di muoversi definitivamente scomodando anche il Miur, l’assessore all’istruzione della Regione Lazio e l’ex ministro Maria Stella Gelmini, ai quali hanno inviato una lettera. Ma niente sembra smuovere la preside decisa a rimanere sui suoi passi. Neanche l’arrivo del Tg5 e delle telecamere del telegiornale satirico di Antonio Ricci "Striscia la Nostizia" – il servizio è andato in onda ieri sera, 28 novembre -.

E così ora la polemica è addirittura arrivata in parlamento. Duro il commento del deputato della Lega Nord Davide Cavallotto: “Impedire a una ragazza non vedente di entrare con il proprio cane guida all'interno della sua scuola significa negarle il proprio diritto allo studio. Oltre a essere illegale è un atto di una crudeltà inaudita a cui la politica e le forze dell'ordine devono immediatamente porre rimedio".

Ma alle parole Cavallotto farà seguire anche i fatti. "Grazie al servizio di 'Striscia la Notizia' sono venuto a conoscenza di questa incredibile vicenda che si sta verificando nel liceo Majorana di Latina e oggi stesso -annuncia Cavallotto - presenterò un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, affinché intervenga per ristabilire subito una condizione di legalità all'interno dell'istituto. Sarà mia premura controllare anche che siano presi provvedimenti nei confronti della dirigente scolastica che si è resa protagonista di un gesto così atroce e disumano".

Intanto la ragazza, dopo lo scandalo che ha colpito il suo liceo, sta pensando di cambiare istituto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al cane-guida al Majorana, il caso arriva in Parlamento

LatinaToday è in caricamento