menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sonnino accoglie Vittorio Iacovacci: la salma del carabiniere arriva in paese

Breve camera ardente prima della cerimonia di domani all’Abbazia di Fossanova per l'addio al giovane carabiniere ucciso in Congo. Questa mattina a Roma i funerali di Stato

Vittorio Iacovacci è tornato nella sua Sonnino. E’ arrivata nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 25 febbraio, in paese la salma del carabiniere che lo scorso lunedì è stato ucciso nella Repubblica Democratica del Congo nel corso di un agguato ad un convoglio dell’Onu insieme all’ambasciatore italiano Luca Attanasio e al loro autista Mustapha Milambo.

Dopo i funerali di Stato che sono stati celebrati questa mattina nella basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma, la salma di Vittorio Iacovacci è arrivata a Sonnino scortata dai colleghi. Accolto con il Silenzio suonato da un ragazzo della banda musicale, il feretro del carabiniere non ancora 31enne ha raggiunto il cimitero per una breve camera ardente. Presenti oltre ai familiari, attorno a cui si è stretta tutta la comunità, anche le massime autorità civili e militari della provincia. A Sonnino sono arrivati anche il prefetto di Latina Maurizio Falco, il questore Michele Spina e i comandanti provinciali dei carabinieri il colonnello Lorenzo D’Aloia e della Guardia di Finanza il colonnello Umberto Maria Palma.

Domani, alle 14.30 nell’Abbazia di Fossanova si terranno le esequie officiate dal vescovo di Latina Mariano Crociata. Nello stesso giorno di venerdì 26 febbraio il sdinaco Luciano De Angelis ha proclamato a Sonnino il lutto cittadino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento