rotate-mobile
L'indagine

Voto di scambio, l'ex sindaco di Anzio dai pm di Roma: "Ha risposto per chiarire la sua posizione"

L'ex primo cittadino Candido De Angelis indagato in un filone di indagine della maxi inchiesta Tritone

E' stato ascoltato in procura l'ex sindaco di Anzio Candido De Angelis, indagato dai pm della Direzione distrettuale antimafia per l'ipotesi di reato di scambio politico- mafioso di voti elettorali. Un filone di indagine in cui risultano indagate altre quattro persone, che fa parte della maxi inchiesta Tritone, che a febbraio 2022 portò all'arresto di oltre 60 persone e al commissariamento dei Comuni di Anzio e Nettuno.

L'ex primo cittadino ha risposto alle domande dei pubblici ministeri della Dda di Roma Giovanni Musarò e Alessandra Fini.  "Ha risposto a tutte le domande intendendo chiarire la sua posizione. Resta fiducioso rispetto alle determinazioni che l’autorità giudiziaria vorrà assumere", ha dichiatato all’Adnkronos, al termine dell’interrogatorio, l’avvocato Pierpaolo Dell’Anno che difende De Angelis insieme al collega Giuseppe Murone.

Lo scorso 12 aprile altri tre indagati convocati dai magistrati si erano avvalsi della facoltà di non rispondere mentre l’ex assessore di Anzio Giuseppe Ranucci aveva risposto ai pm.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voto di scambio, l'ex sindaco di Anzio dai pm di Roma: "Ha risposto per chiarire la sua posizione"

LatinaToday è in caricamento