Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia Sezze / Strada Statale 156 dei Monti Lepini

Estrusione Italia, accordo per il rilancio del sito industriale di Sezze

Al tavolo di concertazione promosso da Provincia e Comune arriva l'intesa: una cordata di imprenditori locali è pronta a rilevare l'azienda e a riassumere 75 dei 91 dipendenti

Buone notizie per gli operai della Estrusione Italia, che vedono finalmente una via d’uscita per la crisi industriale del sito di Sezze scalo. Una cordata di imprenditori pontini è infatti pronta a subentrare all’attuale proprietà per rilanciare l’azienda che produce profilati di alluminio.

La notizia è stata confermata dal sindaco di Sezze Andrea Campoli e dall’assessore Enzo Eramo. Dei 91 dipendenti in modalità gli imprenditori acquirenti si sono impegnati a riassumerne subito 75 a tempo indeterminato, lasciando però aperta la porta a un ampliamento dell’organico.

La vertenza degli operai di Estrusione Italia, iniziata nello scorso febbraio dopo due mesi di cassa integrazione a zero ore, ha trovato finalmente una soluzione positiva ridando speranza ai dipendenti e alle loro famiglie. La vicenda, che ha visto attorno a un tavolo vecchi e nuovi acquirenti, sindacati (sul caso si era mobilitata soprattutto la Fiom Cgil), associazioni degli industriali e istituzioni locali (Provincia e Comune), ha avuto uno sbocco positivo nell’ultimo incontro di lunedì.

“In un contesto di profonda crisi - commenta il sindaco Campoli - fortunatamente questa notizia va in controtendenza. C’è soddisfazione da parte nostra perché quando le istituzioni si muovono bene si riesce a lavorare affinché venga preservato il tessuto economico del nostro territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estrusione Italia, accordo per il rilancio del sito industriale di Sezze

LatinaToday è in caricamento