rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
L'incontro in Comune

Sviluppo digitale, pioggia di fondi per il Lazio. E si punta sulla formazione dei neodiplomati

L’assessore Lombardi a Latina per la presentazione del programma della nuova Agenda Digitale con opportunità per imprese e pubbliche amministrazioni.Annunziato un protocollo con Unindustria per la formazione accelerata dei neodiplomati

C’è stata ieri presso la sede di Latina della Camera di Commercio la presentazione da parte dell’assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio Roberta Lombardi del programma della nuova Agenda Digitale del Lazio 2022-2026.

“La nuova Agenda Digitale è necessaria anche in virtù di quanto accaduto negli ultimi tempi, dopo la pandemia la realtà è decisamente cambiata. Due anni fa non avremmo mai considerato quanto la dimensione digitale fosse importante per la nostra quotidianità e di quella imprenditoriale, proprio per questo - ha spiegato Lombardi - la Regione Lazio ha istituito l’Assessorato alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale per potenziare la digitalizzazione. L’Agenda è stata costruita in collaborazione con il Centro Economia Digitale e ha tra i suoi soci grandi aziende coinvolte nel mondo dell’innovazione. La cabina di regia è assolutamente trasversale poiché il progetto riguarda anche le attività produttive e la formazione lavoro. Per quanto riguarda il posizionamento della Regione Lazio si rilevano punti di forza ma anche criticità, tra i primi troviamo la connettività”.

L’assessore Lombardi ha poi ricordato le opportunità di finanziamento per la digitalizzazione del Lazio, ovvero “un miliardo di fondi FSE, inclusa la quota di cofinanziamento nazionale, in cui possono rientrare progetti di digitalizzazione di imprese e giovani, 105 milioni di fondi FESR per la trasformazione digitale di imprese e Pubblica Amministrazione e circa 300 milioni complessivi in cui possono rientrare le azioni delle 5 macro aree strategiche della nuova Agenda Digitale regionale: Infrastrutture abilitanti, Cybersecurity, Cultura digitale e competenze digitali delle persone, Accessibilità alla tecnologia, Design dei servizi e delle relazioni, fruibilità dei servizi e semplificazione dei processi”.

Nel corso dell’incontro, poi, l’assessora Lombardi ha annunciato un protocollo con Unindustria per la formazione accelerata dei neodiplomati. “Attraverso un’interlocuzione con Unindustria Digital, di concerto con l’assessore Di Berardino, come Regione Lazio stiamo predisponendo un protocollo per istituire un iter di formazione accelerata per neodiplomati tramite un apprendistato per lo sviluppo delle competenze digitali. Un percorso di sei mesi di formazione on the job finalizzato all’assunzione che prevede una premialità per quelle imprese che assumeranno i ragazzi formati. Una misura che ci piace molto soprattutto per la forte corresponsabilizzazione del mondo imprenditoriale, della formazione e delle Istituzioni”.

“Sono molto contento di avere per la seconda volta l’assessora Lombardi in Camera di Commercio a presentare l’Agenda Digitale – ha detto il presidente della Camera di Commercio Giovanni Acampora –. E’ molto importante questa azione di sensibilizzazione sul territorio. Le aziende italiane sono in questo settore solo al ventesimo posto rispetto all’Europa e questo è un processo fondamentale per rendere i sistemi di lavoro più governabili ed efficaci, soprattutto per le piccole e medie imprese. A loro è dedicato il 27% di oltre 200 miliardi del Pnrr e dell’Agenda Digitale. L’osservatorio Excelsior della Camera dimostra che le imprese che hanno investito in tecnologie digitali nell’ultimo anno sono aumentate, probabilmente anche per ragioni legate alla pandemia. Constatiamo però che il 50% delle imprese che ha investito nella digitalizzazione ha avuto difficoltà a reperire le figure professionali adeguate. Dobbiamo investire, non solo sulle tecnologie ma anche sulla formazione. A questo proposito le attività dell’ente camerale attraverso il PID (Punto Impresa Digitale), inserito nel Network Nazionale Impresa 4.0, sono state finalizzate all’accrescimento della cultura e della digitalizzazione delle aziende. Sono oltre 2 mila le realtà assistite da digital promoter inseriti nel team camerale che operano a supporto delle aziende. Abbiamo messo a disposizione, attraverso bandi, per Latina e Frosinone, oltre 2 milioni di euro, ai quali si aggiungono 5 milioni da parte della Regione per tutto il territorio laziale. E’ il momento di agire perché abbiamo a disposizione un’occasione irripetibile per fare un salto di qualità, per rendere più efficienti i processi produttivi delle nostre imprese e delle pubbliche amministrazioni. Esprimo sincero apprezzamento per il lavoro dell’Assessora Lombardi, sta compiendo con grande impegno un’importante azione di sensibilizzazione sui territori per divulgare il programma dell’Agenda”

Con l’evento di Latina si conclude il ciclo di incontri nelle province del Lazio, svoltosi in concomitanza con la consultazione pubblica on line, in corso fino al prossimo 10 maggio sul sito web https://agendadigitalelazio.lazioinnova.it/, per raccogliere i contributi di cittadini, imprese ed Enti locali sul nuovo documento. Nelle prossime settimane si svolgeranno nuovi appuntamenti a Roma, che saranno occasione di ulteriori approfondimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sviluppo digitale, pioggia di fondi per il Lazio. E si punta sulla formazione dei neodiplomati

LatinaToday è in caricamento