rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia Latina Scalo

Aviointeriors, Spera (Ugl): "Si ripristino tutti i posti di lavoro”

Venerdì scorso l'incontro tra i lavoratori in presidio da circa sei mesi e l'onorevole Renata Polverini insieme ai rappresentanti dell'Ugl. Paolo Capone: "Vicenda sconcertante e emblematica, cancellare i licenziamenti"

Si ripristino tutti i posti di lavoro”. Questo il monito del segretario generale dell’Ugl metalmeccanici, Antonio Spera che venerdì scorso ha preso parte all’incontro dell’onorevole Renata Polverini con i lavoratori dell’Aviointeriors in presidio ormai da sei mesi, a cui hanno partecipato anche Francesco Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl Roma, segretario confederale dell’Ugl, Claudio Durigon, e il segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici, Giuseppe Giaccherini.

Bisogna intervenire a muso duro su questioni che vedono compromettere il futuro occupazionale di tanti lavoratori come ben ha fatto la deputata On. Renata Polverini la quale ha presentato interrogazione parlamentare al ministro Poletti chiedendo chiarezza sia sulle vicende imprenditoriali dell’azienda sia, sui licenziamenti che hanno interessato i dipendenti Avio”.

“La vertenza dei tanti dipendenti dell’Aviointeriors va’ risolta - prosegue Spera -, l’azienda del gruppo Veneruso avrà compreso che siamo disposti a mettere in campo qualsiasi azione di protesta, democratica e civile, utilizzando tutti gli strumenti opportuni, affinché si ripristino tutti i posti di lavoro in una zona dove non vi è alcun altro spiraglio occupazionale.

Unitamente agli operai del presidio Aviointeriors di Tor Tre Ponti – conclude Spera -, anche l’Ugl vigilerà costantemente fino a quando l’azienda comprenda che come o.s. non arretreremo mai se non a conclusione definitiva e risolutiva della delicata vertenza la quale sta procurando apprensione e preoccupazione a tutti i lavoratori ed alle loro famiglie”.

La vicenda Avionteriors è sconcertante e allo stesso tempo emblematica, perché racchiude in sé i problemi che sono alla base della desertificazione industriale in atto e a cui nessun governo, tanto meno quello targato Renzi, ha mai posto un argine” ha commentato Capone.

“Le cause principali di questa vertenza sono da una parte l’assenza di rispetto per le regole, l’incapacità di pianificare la propria attività dimostrata dall’azienda e dall’altra parte il vuoto di una politica industriale mirata a impedire a realtà produttive locali e nazionali di compromettere la propria produttività, quindi i livelli occupazionali, soprattutto dopo aver usufruito di incentivi, ai quali ovviamente non si è pensato di porre dei paletti”.

“Ecco perché – aggiunge - chiediamo a Aviointeriors di rivedere la sua posizione. Allo stesso tempo continuiamo anche a sollecitare le istituzioni. Per questo ringraziamo l’On. Polverini per l’interessamento e l’intervento sulla vertenza di cui si farà promotrice presso la Commissione Lavoro della Camera”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aviointeriors, Spera (Ugl): "Si ripristino tutti i posti di lavoro”

LatinaToday è in caricamento