Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia Centro / Piazza della Libertà

Aviointeriors, manifestazione dei lavoratori davanti la Prefettura

La protesta dei dipendenti all'indomani dell'incontro con l'azienda che ha dichiarato di voler proseguire con cassa integrazione ordinaria e mobilità. I rappresentanti sindacali ricevuto in Prefettura

Stamattina sono scesi in piazza davanti la Prefettura alla vigilia di un doppio incontro, con l’azienda prima e in Regione poi, previsto per l’inizio della settimana prossima al termine del quale si dovrebbe delineare il futuro dei dipendenti dell’Aviointeriors.

L’appuntamento questa mattina in piazza della Libertà alle 10 per accendere i riflettori su una vertenza che sta tenendo con il fiato sospeso centinaia di dipendenti dell’azienda di Latina Scalo. La protesta è arrivata all’indomani dell’incontro di ieri dei sindacati con l’azienda che ha dichiarato di vuole procedere con cassa integrazione ordinaria e mobilità.

I NUMERI - “Ora ci troviamo ad affrontare una doppia questione - ha spiegato Roberto Caccavello della Uil Metalmeccanici -: da un lato l’azienda ha parlato di un problema contingente, relativo al fatto che non ci sarebbe lavoro per tutti, che interesserebbe 116 dipendenti, anche se la società ha garantito di provare a ridurre il numero a 78; dall’altro invece una questione strutturale che riguarda proprio gli esuberi che entro la fine dell’anno dovrebbe interessare un centinaio di persone.

Ma questi ragionamenti - continua il sindacalista - sono comunque funzionali ad una situazione in cui siamo in presenza di accordi, perché se non ci sono gli accordi noi abbiamo comunque una cassa integrazione aperta per 150 persone e una mobilità aperta per 150 persone. Nell’incontro di ieri, quindi il discorso si è sviluppato intorno a numeri diversi, ma che rimangono comunque allarmanti e preoccupanti, dal momento che l’azienda è arrivata a dire che secondo la loro impostazione, all’invio del 2015 dentro lo stabilimento ci dovrebbero essere circa 220 persone a fronte delle 370 attualmente presenti - escluse quelli a tempo determinato che se ne sono andati e quelli che se ne andranno -: significa, quindi, conclude Caccavello - che ci sono più di un centinaio di persone in esubero”.

LE CONDIZIONI - E sono due le condizioni dettate dai sindacati all’azienda nell’incontro di ieri, l’anticipazione della cassa integrazione e la rotazione della cassa. “Si tratta di due elementi da cui non possiamo prescindere - ha spiegato poi Caccavello -, perché non ci possiamo permettere di firmare cassa integrazione e accordi che prevedono la mancanza di salario per i lavoratori per un periodo importante di tre mesi”.

L’INCONTRO IN PREFETTURA - Durante la manifestazione di questa mattina, quindi, i rappresentanti sindacali sono stati ricevuti in Prefettura per quella che Caccavello ha definito una “riunione informativa”, durante la quale è stata illustrata passo passo la vertenza in atti, anche con dei documenti, per spiegare quella che è la situazione e il futuro drammatico che si prospetta davanti ai lavoratori dell’Aviointeriors. “Di fronte alla nostra richiesta di intercedere con la società, la Prefettura si è detta pronta a chiamare la direzione dell’azienda e ora attendiamo i risultati”.

LE PROSSIME TAPPE - Intanto la riunione prevista per oggi pomeriggio con l’azienda è stata annullata e posticipata a lunedì pomeriggio alle 15. “Questo significa che lunedì 1 settembre abbiamo l’incontro per la cassa integrazione e il giorno successivo quello in Regione per la mobilità e che martedì pomeriggio avremo davanti un quadro più definitivo della situazione per capire se ci sono ancora possibilità di lavorare o se si dovrà fare ricorso ad altre forme di protesta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aviointeriors, manifestazione dei lavoratori davanti la Prefettura

LatinaToday è in caricamento