Economia

Bollette Acqualatina, sindaci: sì all’aumento del fondo sociale

L'assemblea dei sindaci dell'Atto ha approvato la proposta del primo cittadino di Latina Di Giorgi: aumentare il fondo sociale e ampliare le fasce di reddito dei cittadini che possono attingervi nel pagamento delle bollette

Aumentare dotazione del fondo sociale e ampliare le fasce di reddito dei cittadini che possono attingere a tale fondo, nel pagamento delle bollette di Acqualatina.

Questo quanto deciso ieri dall’assemblea dei sindaci dell’Ato4 che ha approvato la proposta del primo cittadino di Latina, Giovanni Di Giorgi.

L’emendamento proposto dal sindaco del capoluogo ha trovato il consenso degli altri sindaci presenti all’assemblea, e fa seguito alla precedente proposta avanzata sempre da Di Giorgi, anch’essa approvata, di destinare parte degli utili presentati dalla gestione del 2013 di Acqualatina ad abbassare i costi in bolletta per gli utenti.

“Si tratta di una proposta condivisa da tutti i sindaci – afferma Di Giorgi -  al di là di ogni schieramento o appartenenza politica. Specie in questo particolare momento di crisi ritengo importante ricavare strumenti e atti concreti a sostegno dei cittadini. Misure e risposte concrete a vantaggio della collettività, che devono essere prese accanto alla necessità che il gestore intensifichi i suoi investimenti sulla rete e sulle infrastrutture di Latina e dell’intero territorio provinciale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette Acqualatina, sindaci: sì all’aumento del fondo sociale

LatinaToday è in caricamento