“Adotta un Torpedino”: al via la campagna. Piantine disponibili dal 7 maggio

Un’occasione unica per portare nei propri giardini e terrazzi il prezioso pomodoro laziale e contribuire anche a sostenere le attività benefiche di due importanti realtà non profit del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Torna la campagna Adotta un Torpedino: un’occasione unica per portare nei propri giardini e terrazzi il prezioso pomodoro laziale e contribuire anche a sostenere le attività benefiche di due importanti realtà non profit del territorio: il centro diurno per disabili adulti Allegra Brigata e l’associazione Fondi nel cuore, a cui andrà parte del ricavato per l’acquisto di un defibrillatore.

Le piantine disponibili dal prossimo 7 maggio in edizione limitata e già possibili da prenotare per tutta Italia all’indirizzo di posta elettronica: torpedinoclub@gmail.com, permetterà così non solo di assicurarsi  un prodotto esclusivo, ma anche di rivolgere un’azione concreta  ed  essere solidali con chi è meno fortunato di noi.

“Abbiamo avuto talmente tante richieste da convincerci a mettere in vendita dei mini plateau da sei piantine di pomodoro ognuno, corredate dai consigli dei nostri contadini - dichiara l’amministratore della Torpedino srl, Mariano Di Vito -. Chi vorrà potrà anche postare sulla pagina facebook del Torpedino, foto, consigli, ricette ed esperienze sulla coltivazione  amatoriale di questo autentico gioiello originario della piana di Fondi".

Alla base dell’iniziativa lanciata per la seconda stagione consecutiva dai produttori, quella di informare i consumatori delle peculiarità di questo minisanmarzano attraverso un’esperienza che non si ricollega direttamente all’acquisto del pomodoro sui banchi di vendita, ma al fare contadino. Il Torpedino non è una cultivar molto produttiva, ma si adatta bene anche a condizioni pedoclimatiche abbastanza difficili. “Provare per credere” sembra quasi voler dire, tra le righe, il progetto rivolto non solo ad agricoltori in erba, ma soprattutto a manager, professionisti e semplici appassionati che, attraverso la coltivazione del Torpedino, intendono armarsi di zappette e rastrelli per passare qualche ora del loro tempo all’aria aperta e scaricare così le tensioni accumulate con il lavoro. Dunque un vero e proprio antistress capace di restituire sapore alla vita e diffondere emozioni che oltre al benessere fisico e mentale riportano al piacere del ricordo, all’affezione e all’abitare in continue trasformazioni.

campagna_adotta_torpedino-2

Torna su
LatinaToday è in caricamento