rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Rincari record / Aprilia

Caro Bollette, il Comune di Aprilia in aiuto delle famiglie. Chi può richiedere il sostegno

Il sindaco Terra: “Ci è sembrato doveroso, in una fase caratterizzata da congiunture così difficili, mettere in moto questi provvedimenti a sostegno delle nostre famiglie”

Sostegno del Comune di Aprilia alle famiglie per far fronte al caro-bollette. La Giunta guidata dal sindaco Antonio Terra ha infatti predisposto interventi di solidarietà sostegno di quei nuclei familiari che versano in difficoltà economiche causate dall’emergenza Covid-19 e dai rincari sulle utenze domestiche.

“Le misure di solidarietà . spiegano dal Comune - rispondono, inoltre, alla situazione politica internazionale creatasi anche in conseguenza alla crisi balcanica che sta determinato forti rincari sul costo delle materie prime, quali ad esempio gas ed elettricità”.

“Si tratta di un sostegno alle famiglie che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche” ha precisato il primo cittadino Antonio Terra dopo che il provvedimento dei Servizi sociali è stato licenziato dalla riunione di Giunta comunale di ieri. “Ci è sembrato doveroso, in una fase caratterizzata da congiunture così difficili, mettere in moto questi provvedimenti a sostegno delle nostre famiglie”.

Il provvedimento a sostegno del tessuto socio-economico cittadino sarà finanziato con la somma residua del fondo di solidarietà alimentare e andrà ad ammortizzare il cosiddetto “carobollette”. Potranno richiedere il sostegno i cittadini il cui Isee risulti non superiore ad 35.000 euro fino ad esaurimento dei fondi e sino ad un massimo di 1.000 euro a nucleo famigliare. L'importo destinato alle famiglie in difficoltà può essere utilizzato dai cittadini per il pagamento sia di insoluti pregressi che per bollette future, con scadenza entro il 30/09/2022.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro Bollette, il Comune di Aprilia in aiuto delle famiglie. Chi può richiedere il sostegno

LatinaToday è in caricamento