rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Economia

Case al mare: per comprarle si rinuncia alla vista

Secondo un'analisi di Tecnocasa aumentano gli immobili al mare in offerta ma diminuiscono le cifre che si è disposti a spendere: ecco perché il valore delle case sta scendendo. Ma gli italiani non rinunciano al sogno di possedere un'abitazione per le vacanze e pur di comprarla hanno imparato a rinunciare alla vista mare e alle grandi dimensioni

A livello nazionale il prezzo medio richiesto per la vendita degli immobili residenziali è in calo, ma con ritmi più rallentati rispetto al passato, tanto da far pensare gli esperti a una quasi raggiunta stabilità. Ma cosa succede alle case al mare? Secondo l’agenzia immobiliare Tecnocasa anche i prezzi di questi immobili stanno continuando a scendere e il calo ha raggiunto il 3,5% nel secondo semestre 2014.

Per gli esperti le cause di questo abbassamento dei prezzi è dovuto da una parte a potenziali acquirenti che mettono sul piatto budget sempre più bassi, dall’altra all’aumento dell’offerta di chi, stremato dalla pressione fiscale sulla seconda casa, decide di vendere perché non più sostenibile. Chi usava la casa al mare per brevi periodi di vacanze, poi, opta sempre più sovente ad affittarla quando non necessaria alla propria famiglia, soprattutto visto il crescente ricorso degli italiani agli affitti brevi. Analizzando la ricerca, si punta sempre su bilocali o trilocali più piccoli che consentano di mantenersi su un budget di 250.000 euro. Proprio il prezzo è la prima variante osservata da chi vuole acquistare casa a Latina (ecco il link per cercare casa a Latina) e non solo: pur di rientrare nei costi, si rinuncia sempre più spesso alla vista mare. Rimane invece irrinunciabile uno spazio esterno, il buono stato della casa, la vicinanza alle spiagge e i costi condominiali bassi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case al mare: per comprarle si rinuncia alla vista

LatinaToday è in caricamento