rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Crisi sempre più nera, aumenta la cassa integrazione a marzo

Un +17% rispetto a febbraio nelle ore di cig utilizzata con un aumento dell'ordinaria. Gli operai i più colpiti. La Uil chiede un incontro a Zingaretti

Se a gennaio e febbraio si era tirato un seppur minimo sospiro di sollievo, a marzo la situazione è di nuovo precipitata nella provincia di Latina.

La Uil di Latina ha infatti presentato il report mensile sull’andamento della cassa integrazione e sugli occupati, sia a livello nazionale che provinciale, e i dati non sono certo confortanti: registrato un aumento del 17% del numero complessivo di ore di cig utilizzate a marzo così come è in crescita anche l'ordinaria.

"I dati elaborati dalla Uil relativamente alla provincia di Latina per il mese di marzo 2013, – spiega Luigi Garullo, segretario generale Uil Latina  - confermano la difficile situazione in cui versa l’economia pontina, in quanto registriamo un aumento delle ore di cassa utilizzate, come si evince dai dati di dettaglio. Per il mese di marzo 2013 , registriamo infatti un totale di 607.172 ore di cig complessivamente autorizzate, con un aumento  del +17,2% , contro le 518.275 ore di cassa integrazione autorizzate nel precedente mese di febbraio 2013”.

“Certamente è una situazione molto delicata per l’economia e l’occupazione provinciale – commenta ancora Garullo – seppure i dati fanno registrare un lieve miglioramento se raffrontiamo l’intero 1° trimestre 2013 con lo stesso periodo del 2012 , vediamo però appunto un peggioramento del dato a marzo 2013”.

“Nello specifico – aggiunge ancora Garullo – diminuisce l’utilizzo di ore di cassa integrazione straordinaria e in deroga, rispettivamente del -67% e -29,8% , mentre aumenta vistosamente quella ordinaria, portando il dato complessivo a +17,2% di ore di cassa autorizzate rispetto al mese precedente.  Inoltre – continua Garullo – la diminuzione delle ore di cassa in deroga ci conferma l’incertezza data dal rallentamento tecnico-amministrativo delle pratiche riferite agli ammortizzatori in deroga, anche in funzione della scarsezza delle risorse economiche a copertura dello strumento in deroga”.

“Il numero minimo di lavoratori potenzialmente posti in cassa integrazione a marzo 2013  – continua Garullo – aumenta attestandosi a 3.572 unità, contro le 3.000 del mese precedente”.

“Segnaliamo ancora – aggiunge Garullo – che del totale delle ore di cassa integrazione autorizzate, 514.310 si riferiscono ad operai, mentre 92.862 si riferiscono a figure impiegatizie, con un numero minimo di 546 impiegati posti in cassa, segno che le difficoltà colpiscono oramai in maniera trasversale”.

“La nostra attenzione – ribadisce ancora Garullo – è proprio focalizzata ai dati sull’occupazione che vanno deteriorandosi velocemente, per questa ragione abbiamo scelto lo slogan –Priorità Lavoro – per la manifestazione del 1 maggio che terremo a Perugia, ed è soprattutto per questa ragione che abbiamo chiesto, unitamente alle altre sigle sindacali e a Confindustria Latina, un incontro al Presidente della regione Lazio Zingaretti”.

“Ci aspettiamo – conclude Garullo – che il Presidente Zingaretti ci convochi al più presto, perché siamo fiduciosi che le proposte di cui siamo portatori, possano avere risvolti positivi diretti sull’economia e sull’occupazione della provincia di Latina”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi sempre più nera, aumenta la cassa integrazione a marzo

LatinaToday è in caricamento