rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Cassa integrazione, in calo a novembre: quasi il 50% in meno in un mese

È il dato che emerge dal rapporto della Uil sulle ore di cig impiegate in provincia; Garullo: "Questa discesa che seppur in un contesto altalenante, interrompe la catena di dati negativi degli ultimi mesi"

Anche se non significa l’uscita dal baratro, nel mese di novembre è stata registrata una positiva diminuzione del numero delle ore di cassa integrazione.

È quanto emerge dal consueto rapporto mensile della Uil sull’andamento della cassa integrazione e sugli occupati, sia a livello nazionale che provinciale, relativamente al mese di novembre 2013.

"In tutto il Lazio, tranne Frosinone, registriamo un calo di utilizzo dello strumento di cassa integrazione, e anche il nostro territorio – commenta Luigi Garullo Segretario Generale UIL Latina – , coglie questa discesa che seppur in un contesto altalenante, per lo meno interrompe una catena di dati negativi che si sono succeduti negli ultimi mesi”.

Le ore di cig autorizzate nel mese di novembre 2013 sono state pari  a 664.558, facendo segnare una diminuzione del -46,60% rispetto al precedente mese di ottobre, in cui le ore utilizzate hanno raggiunto il picco massimo dell’anno con ben 1.245.139.

“E’ un contesto di forte instabilità quello che registriamo – continua Garullo – che vede coinvolto il nostro territorio in un più generale trend di crisi diffusa in tutto il territorio nazionale, ma che comunque allenta un pochino la tensione, in quanto almeno si interrompe in questo scorcio d’anno, la sequenza di record di cassa integrazione che negli ultimi mesi aveva molto preoccupato.”

Nello specifico a novembre è diminuita la cassa integrazione ordinaria che ha fatto segnare un -40% con 191.700 ore utilizzate; del 72,8% è scesa invece la cassa straordinaria con 211.148 ore utilizzate, mentre è aumentato il ricorso alla cassa integrazione in deroga che con le 261.710 ore autorizzate, che ha fatto segnare un + 76,20%; “questo significa - aggiunge Garullo – che mentre tirano un sospiro di sollievo le grandi imprese, soffrono soprattutto le piccole e piccolissime, che sono proprio quelle che maggiormente usufruiscono di questo strumento”.

“Se ci guardiamo indietro il raffronto con le ore di cig complessivamente utilizzate nel periodo gennaio-novembre 2012, rispetto a questo stesso periodo gennaio-novembre 2013, registriamo una sostanziale equivalenza del dato, infatti nel 2013 sono state utilizzate circa 6.459.954 ore, con una leggera flessione del -3,4% sul 2012. Inoltre – continua Garullo – la stima dei lavoratori potenzialmente posti in cassa integrazione per il mese di novembre 2013, è pari a poco meno di 4.000 unità , in flessione rispetto agli oltre 7.000 del mese precedente”.

“Una cosa è certa – conclude Garullo – in attesa di una ripresa dell’economia, che tutti speriamo si concretizzi nel corso del nuovo anno, sarà fondamentale che il governo rifinanzi adeguatamente uno strumento importantissimo come quello della cassa in deroga , che ha consentito la sopravvivenza di migliaia di piccole imprese ed un reddito minimo ad altrettanti lavoratori, e la Regione Lazio dedichi la giusta attenzione ai territori e soprattutto a rendere fruibile l’utilizzo della cassa in deroga , che oggi nel Lazio non risulta essere affatto scorrevole, scontando tempi lunghi e iter amministrativi pieni di insidie per aziende e lavoratori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione, in calo a novembre: quasi il 50% in meno in un mese

LatinaToday è in caricamento