rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia

Crisi, cassa integrazione in calo nei primi tre mesi del 2013

È quanto rileva il Centro studi Unindustria: a Latina la cig cala dell'11% rispetto al 2012; picco nella straordinaria però che segna un +63%

Diminuiscono, nel primo trimestre del 2013 e rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le ore di cassa integrazione nel Lazio e in provincia di Latina. In tutta la regione nei primi tre mesi dell’anno sono state raggiunte 17 milioni di ore con una diminuzione del 18,5% mentre nel territorio pontino il calo è stato dell’11%.

Questo è quanto rileva Centro studi Unindustria su dati Inps, precisando che la contrazione delle ore autorizzate totali sintetizza, da un lato, la forte riduzione subita anche nella regione dalla cassa in deroga, pari al 59,8% e, dall'altro, gli aumenti delle altre due componenti: la cassa straordinaria (7,3 milioni di ore) cresce del 14,4% e l'ordinaria (5,8 milioni di ore) del 23,2%.  Da un punto di vista territoriale, risultano determinanti per la riduzione della cig regionale le performance di Roma, Viterbo e Latina, mentre le altre province continuano a registrare aumenti delle ore autorizzate di cig.

In particolare a Latina le ore di cassa integrazione totale (1,6 milioni) si riducono dell'11%; quella in deroga, infatti (488 mila), risulta quasi dimezzata rispetto allo stesso periodo del 2012 (-43,5%). In forte calo (-26,7%) anche il ricorso alla cig ordinaria che si attesta così a un valore contenuto (366 mila ore). Lo strumento più utilizzato è, tuttavia, la cassa integrazione straordinaria (786 mila ore) che segna un incremento tendenziale del 63,8%. Una crescita spiegata dal consistente ricorso osservato nel comparto edile (173 mila ore) e nell'Industria (600 mila ore).

NEL RESTO DELLA REGIONE - In provincia di Frosinone, la cassa integrazione totale (4,6 milioni di ore) cresce del +33,4%. La componente più utilizzata dalle aziende è quella ordinaria (2,5 milioni di ore); le ore di cig straordinaria (1,1 milioni) risultano incrementate del 40,6% e quelle in deroga sono 976 mila e aumentano solo lievemente rispetto al primo trimestre 2012, in misura pari al 5,2%.

A Rieti si registra un aumento del 22,8% delle ore totali che si portano a 394 mila ore. Un andamento da attribuire principalmente alla variazione della cig ordinaria (202 mila ore) che cresce del +89,3% rispetto allo stesso periodo del 2012. Aumentano di quasi 4 volte le ore autorizzate di cassa integrazione straordinaria (99 mila), mentre si registra un calo consistente per la cig in deroga (93 mila ore) che segna una variazione pari al -52,2%.

In provincia di Roma le ore totali autorizzate (9,3 milioni) evidenziano una riduzione pari al 33,3%. La diminuzione è dovuta interamente alla cig in deroga che segna un forte calo pari al 69,3%. Il ricorso maggiore nel primo trimestre si registra per la cig straordinaria (4,9 milioni di ore) che risulta sostanzialmente stabile rispetto allo stesso periodo 2012 (+3,3%). Aumentano, invece, le ore autorizzate di cig ordinaria (+28,5%; 2,1 milioni di ore).

A Viterbo e provincia il totale delle ore di cassa integrazione (998 mila) si riduce del 18,7%. Il ricorso maggiore si registra per la cig ordinaria (544 mila ore) che cala del 19,6% rispetto al primo trimestre 2012. Inoltre, la cig straordinaria aumenta del 15% attestandosi a quota 407 mila ore, mentre il ricorso alla cassa integrazione in deroga tra gennaio e marzo 2013 è stato esiguo (47 mila ore) e risulta in diminuzione del 76,3% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, cassa integrazione in calo nei primi tre mesi del 2013

LatinaToday è in caricamento