Estate 2019: il cibo l’argomento più chiacchierato e fotografato in vacanza

E’ quanto emerge dallo studio commissionato da Fipe-Confcommercio. Di Cocco: “Evidenzia il ‘culto’ del cibo degli italiani, ma i numeri legati ai consumi non sono positivi”

E’ il cibo l’argomento più chiacchierato e fotografato quando si è in vacanza: è questo quanto emerge dallo studio commissionato dalla Federazione italiana pubblici esercizi – Confcommercio Imprese per l’Italia. “Non c’è foto di piatti e pietanze realizzate a casa o dagli chef che non vengano condivise sui social. Di cibo si parla ovunque in spiaggia, in montagna, per la strada, tra le mura casalinghe ma è sulla rete che la discussione si amplifica. Il ‘food sharing’ (cibo condiviso) o più semplicemente il selfiefood è diventato il fenomeno dell’estate”.

Dalla ricerca commissionata da Fipe-Confcommercio emerge anche che gli italiani mettono al primo posto il piatto unico, preferendo quello vegetariano, forse non tanto o non solo per esigenze salutistiche quanto piuttosto perché in vacanza il tempo dedicato alla cucina non è poi così tanto. Sul podio anche pasta e pesce, mentre si consuma meno la carne. Per le bevande, invece, tanta acqua per rimanere idratati e birra più che vino. “Per quanto attiene alla spesa fuori casa e ai consumi estivi, gli italiani in vacanza tra le voci di spesa mettono al primo posto il cibo. La spesa per il cibo dei 24 milioni di italiani che andranno in vacanza quest’estate - 11 solo nel mese di agosto - è di 6,5 miliardi”. 

I numeri che escono fuori non sono sufficienti a fornire un quadro positivo dei consumi estivi dei due mesi già conclusi (giugno e luglio) e neppure per quello che sta iniziando (agosto). “Tra i ristoratori - viene spiegato in una nota - i pessimisti sono molto di più degli ottimisti e la maggioranza pensa che l’estate 2019 sarà come l’estate 2018. I risultati di giugno sono più o meno in linea con quelli dello scorso anno, è a luglio che la valutazione diventa più negativa, con un saldo tra chi ritiene che il mese sarà migliore dell’anno scorso e chi, al contrario ritiene che sarà peggiore pari a – 21,9%. Ad agosto la situazione migliora, ma sempre con molte riserve (-15,8%). È tuttavia sul turismo interno che i giudizi sono più cauti, mentre per gli stranieri le indicazioni risultano improntate a maggior ottimismo. Nel dettaglio, il saldo tra chi dice che sono in aumento i flussi di italiani e chi dice che sono in flessione è pari a -9,6%, mentre il saldo delle risposte sui flussi degli stranieri è positivo (più 5,7%)”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Da questa ricerca emergono due aspetti che vanno sicuramente valutati in modo distinto – ha commentato i dati della ricerca Fipe-Confcommercio Imprese per l’Italia, il presidente Fipe Confcommercio Lazio Sud Italo Di Cocco -. Il primo, quello legato al ‘culto’ del cibo degli italiani che sicuramente non può che inorgoglirmi e mi spinge a fare sempre meglio nel ruolo che mi compete. I risultati raggiunti confermano come la categoria che rappresento stia lavorano bene nella valorizzazione e promozione della filiera agro-alimentare italiana anche e soprattutto oltre confine. Meno soddisfacenti sono i numeri legati ai consumi. Sono fiducioso, la stagione ancora deve terminare e sono convinto che alla fine tireremo le somme con numeri più che soddisfacenti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento