Agricoltura, Coldiretti: “Da Regione via libera a coltivazione di peperone e peperoncino”

Le produzioni interdette cinque anni fa per la comparsa del punteruolo del peperone. Denis Carnello: “Una buona notizia in un momento critico per il settore agricolo"

Via libera della Regione Lazio alla coltivazioni di peperone e peperoncino nella zona del sud pontino. A darne notizia la Coldiretti di Latina. 

“Dopo 4 anni di blocco - si legge in una nota -, la Regione Lazio, attraverso una determina dirigenziale, ha dato il via libera alla ripresa della produzione del peperone e peperoncino nel sud della provincia di Latina, nella Piana di Fondi, zona fondamentale per il settore ortofrutticolo del Lazio con 19mila ettari a campo aperto e 1.000 in serra. 

Le due coltivazioni - spiega ancora Coldiretti - erano state interdette, a dicembre 2013, per la comparsa del punteruolo del peperone, parassita apparso per la prima volta in Olanda nel 2012, che ha infestato le campagne danneggiando gli ortaggi e compromettendo i raccolti nelle aree focolaio (Fondi, Sperlonga, Monte San Biagio e Terracina nella porzione inclusa nella Piana di Fondi). La determina dirigenziale della Regione consentirà la ripresa della produzione a campo aperto dal 1° gennaio al 30 settembre, mentre dal 1° ottobre al 31 dicembre si potrà procedere solo in serre protette da reti antinsetti".

“Una buona notizia in un momento critico per il settore agricolo, messo in ginocchio dal maltempo – sottolinea il presidente di Coldiretti Latina Denis Carnello - Le aziende agricole e vivaistiche in questi quattro anni hanno dovuto affrontare danni pesanti a causa delle misure restrittive che hanno colpito una vera ricchezza del territorio”. 

Nella zona sud di Latina, la produzione di peperone e peperoncino, infatti, copre una superficie di circa 100 ettari e vede impegnate centinaia di famiglie. “Ci siamo attivati subito, organizzando incontri, assemblee e seminari per affrontare questa emergenza - spiega Pietro Greco, direttore Coldiretti Latina – La ripresa della produzione è una boccata di ossigeno per tante imprese agricole devastate dal maltempo dell’ultimo mese e in attesa dell’intervento delle istituzioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nelle ultime 24 ore 17 contagi nel Lazio e tre in provincia. I dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: 15 nuovi casi nel Lazio, 2 in provincia di Latina. I dati delle Asl

  • Coronavirus: 12 nuovi contagi nel Lazio, nessuno tra i residenti pontini. I dati delle Asl

  • Coronavirus Sabaudia, due bagnini positivi: chiusi due stabilimenti, una palestra e un bar

  • Coronavirus Latina: tornano i contagi, due nuovi positivi in provincia

  • Coronavirus, altri positivi: oltre al bagnino di Sabaudia, un indiano e un uomo di Sermoneta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento