Consorzio di Bonifica, risorse dalla Regione. Ma i sindacati si preparano allo sciopero

Martedì la giunta regionale dovrebbe approvare un piano di interventi per 38 milioni di euro di cui 1,5 per la provincia pontina. Intanto, per lo stesso giorno del 3 novembre, viene confermato la manifestazione dei lavoratori

Nonostante le rassicurazioni, e l’impegno della Regione per sbloccare la situazione, è confermato lo sciopero di martedì 3 novembre dei lavoratori dei Consorzio di Bonifica.

Ad annunciarlo sono gli stessi sindacati - Cgil Cisl Uil - Fai Cisl Flai Cgil Filbi Uil- i quali attendono dati concreti.

“Martedì ci sarà la riunione di Giunta regionale durante la quale dovrebbe essere approvato un piano di interventi per 38 milioni di euro” per tutto il territorio regionale, spiegano i sindacati, 3,4 milioni saranno impegnati entro il 2015; di questi 1,5 milioni saranno destinati alla provincia di Latina.

“Queste le assicurazioni - proseguono - ma, al momento,  l'unico dato certo, è il pagamento, entro il 15 novembre, della mensilità  di ottobre per i 130 dipendenti del Consorzio di Bonifica di Latina. I  quali, peraltro, debbono ancora ricevere cinque mensilità arretrate”.

In attesa di certezze, dunque viene confermato lo sciopero del 3 novembre che prevede una manifestazione davanti la Sede del Consorzio di Bonifica in Corso Matteotti e un corteo che poi raggiungerà la Prefettura. E’ stato infatti richiesto anche un incontro con il prefetto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento