Coronavirus, "SOSteniAMOAprilia": il sindaco Terra scrive ad attività e negozi

L’idea è quella di creare “una rete di attività ed esercizi commerciali” con lo scopo di “cercare di ricostruire un tessuto imprenditoriale comune che possa dare una spinta in avanti ‘ai motori spenti della nostra economia’”

Dare insieme nuova linfa al sistema produttivo del nostro territorio, mettendo in rete le diverse professionalità di cui è ricca la città”: questo l’appello che il sindaco di Aprilia, Antonio Terra, ha rivolto a tutte le attività locali, a cui ha inviato una lettera, per affrontare insieme le drammatiche conseguenze dell’emergenza coronavirus. L’idea è quella di creare “una rete di attività ed esercizi commerciali di ogni estrazione imprenditoriale” con lo scopo di “cercare di ricostruire un tessuto imprenditoriale comune che possa dare una spinta in avanti ‘ai motori spenti della nostra economia’”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera del sindaco di Aprilia alle attività locali

Carissimo Esercente, Artigiano, Professionista, Imprenditore,
la situazione attuale, che stiamo tutti noi vivendo, ci costringe a cambiare radicalmente i nostri stili di vita, le nostre consuetudini, i piccoli gesti quotidiani che, in un certo modo, fanno di noi quelli che siamo.
Alzarsi, vestirsi, andare al bar a fare colazione, passare dal giornalaio per comperare il quotidiano del giorno, tirare su la serranda del nostro negozio e finalmente iniziare la giornata, accogliendo i clienti.
Tutto questo, ora, sembra solo fantasia. La situazione emergenziale in atto ha mutato i nostri ritmi, minando un’economia, quella locale, già fortemente in crisi, già costretta a rimodulare le proprie spese, i propri acquisti o le proprie scelte commerciali.
Le diverse disposizioni del Governo, susseguitesi sin dal 31 gennaio scorso, hanno drasticamente ridotto gli scambi commerciali, sospendendo molte prestazioni lavorative, rallentando l’economia nazionale, e soprattutto quella locale, impattando fortemente sulle scelte di molte attività produttive. A loro vogliamo pensare, scrivendo queste poche parole.
Il nostro obiettivo è ridare linfa al sistema produttivo locale, mettendo in rete le diverse professionalità di cui è ricca la nostra Aprilia. Non possiamo rispondere assente ad un appuntamento così importante con la storia.
L’idea è semplice ed efficace: creare una rete di attività ed esercizi commerciali di ogni estrazione imprenditoriale, nessuno escluso: vendita di generi alimentari e non alimentari, professionisti, rivenditori, riparatori, trasportatori, esercenti di beni di consumo fungibili e non. Il nostro scopo è cercare di ricostruire un tessuto imprenditoriale comune che possa dare una spinta in avanti “ai motori spenti della nostra economia”.
Ma come concretamente? La nostra proposta è creare un coordinamento tra coloro che hanno continuato ad operare e lavorare in questi mesi e chi, seppur nell’impossibilità, ha ridotto il suo lavoro, implementando le diverse professionalità e cercare di ridurre i costi di gestione, come aggregare le richieste di consegne dei beni per chi ha bisogno ma non può muoversi o necessita di una riparazione urgente (per esempio aggregando i diversi spostamenti per le diverse attività che promuovono le consegne a domicilio). Questo comporterebbe una riduzione degli spostamenti, una riduzione di costi e ottimizzazione dei tempi di consegna del bene o della prestazione richiesta. È utile far conoscere alla Città, e così a tutti i cittadini, i servizi da Te offerti, per poterli promuovere e sostenere insieme, unitamente a quelli delle realtà che hanno già aderito, ed aiutare così la nostra rete locale, sostenendo al contempo sia i concittadini che hanno necessità di avere un bene e/o un servizio sia i nostri esercenti, artigiani, imprenditori, professionisti.
L’idea è creare, come una grande filiera dal produttore al consumatore, un network di lavoro più ampio possibile, includendo tutti. SI, anche per te che stai leggendo.
Ricordandoci che in questo periodo tutti possiamo dare una mano.
A tal fine, questa proposta si unisce idealmente all’invito già rivolto a tutti gli esercizi commerciali, nell’ambito della consegna della spesa domicilio, che ha riscosso e sta riscuotendo molte adesioni. Ciò a beneficio di tutta la cittadinanza.
Per questo Ti chiediamo di rispondere al nostro appello, scrivi all’indirizzo attivita.produttive@comune.aprilia.lt.it, specificando: il nome, i beni e/o servizi resi, l’indirizzo della Tua attività e i contatti. Ricevute le richieste verrà costituita così una lista di attività che operano nel nostro territorio, pubblicizzata e promossa e consultabile dal sito internet istituzionale del Comune di Aprilia, e sui canali social dell’Ente, in modo da creare una rete sempre più estesa e ampia possibile. Uniti si può.
#SOSteniamoAMOAprilia"

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

Torna su
LatinaToday è in caricamento