menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, settore lattiero caseario a rischio per il mancato ritiro del latte

L'assessore regionale Onorati: "Necessario un provvedimento del Governo a tutela dei produttori"

Un appello al Governo affinchè, in tempo di Coronavirus, il Governo vari misure specifiche a tuela del settore latiiero-caseario che per il Lazio e in particolare per la provincia di Latina rappresenta una filiera economica primaria arriva dall'assessore regionale all'agricoltura Enrica Onorati.

"La filiera agroalimentare italiana  - sottolinea la Onorati - è quanto mai strategica e vitale in un momento di grande emergenza come quello attuale, durante il quale l’accesso al cibo va garantito a tutte e a tutti. E’ pertanto inspiegabile la presa di posizione, delle ultime ore, dei gruppi di raccolta e trasformazione del settore lattiero caseario bovino, e anche bufalino nel caso della nostra regione, che annunciano mancati ritiri, essendo intenzionati a lasciare il latte a terra, o che addirittura suggeriscono pratiche di allevamento contrarie al benessere animale. E’ fondamentale la solidarietà, l’impegno e la collaborazione tra tutti i soggetti protagonisti della filiera, dai produttori ai trasformatori. Se le aziende di trasformazione davvero smettessero di ritirare il latte o di ritirarlo cercando di ottenere un prezzo inferiore a quello previsto dai contratti - continua l'assessore - metterebbero in ginocchio un settore la cui tutela è quanto mai ora necessaria e fondamentale. Il decreto al vaglio del Governo deve assolutamente prevedere azioni di tutela e di indennizzo dei danni che il settore, se continua così, inevitabilmente subirà. E introdurre sanzioni pesantissime per chi approfitterà della situazione, mettendo in atto pratiche di sleale concorrenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento