Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Crisi, verso la reindustrializzazione: Latina precursore nel Lazio

Secondo incontro in Regione del tavolo di concertazione sullo stato di crisi a Latina: a lavoro sul percorso che porterà a fare della provincia pontina l’area su cui testare le misure da adottare per la reindustrializzazione del Lazio

Evidenziare il percorso che porterà a fare della provincia di Latina l’area su cui testare le misure da adottare per la reindustrializzazione del Lazio: questo al centro del secondo incontro del tavolo di concertazione sullo stato di crisi nella provincia pontina che si è tenuto in Regione e a cui hanno preso parte le forze sociali, le associazioni datoriali e i rappresentanti delle Istituzioni, tra cui i consiglieri regionali del territorio pontino Enrico Forte (Partito Democratico) e Rosa Giancola (Per il Lazio).

Secondo quanto emerso dall’incontro, già oggi sono disponibili interventi per il riposizionamento competitivo del territorio, che dovranno essere utilizzati sinergicamente per investimenti materiali e immateriali. D’intesa con i consiglieri Forte e Giancola e con tutta la Giunta, la Regione ha deciso di individuare, come soggetto federatore delle forze sociali, la Provincia di Latina - presente con il neo vicepresidente Giovanni Bernasconi – a cui verrà trasferita la gestione del tavolo di concertazione. 

“In provincia di Latina – sottolinea il consigliere regionale Enrico Forte – è necessario puntare su settori come l’agroindustriale, il chimico-farmaceutico, e l’economia del mare, per superare il modello di sviluppo caratterizzato dalla Cassa del Mezzogiorno e far emergere esperienze virtuose. Il compito della Regione Lazio è quello di favorire processi di innovazione delle imprese, strettamente connessi alle eccellenze locali. A tal proposito, il primo impegno è quello di proporre anche a Latina il progetto di Portafuturo, pensato per facilitare l’incontro tra domanda e offerta occupazionale, grazie alla concentrazione in un unico luogo di servizi per il lavoro, orientamento e formazione professionale. Portafuturo completerà, con l’incubatore d’impresa Spazio Attivo che verrà inaugurato nei prossimi giorni, la disponibilità di servizi innovativi per l’impresa e i cittadini”.

“Il quadro generale in terra pontina non è positivo - proseguono i due consiglieri pontini -, le difficoltà patite negli ultimi cinque anni hanno impoverito Latina e creato disoccupazione. I dati del periodo precedente erano in linea con quelli del resto della Regione, oggi invece divergono in maniera negativa. Gli indicatori sulla qualità della vita rilevano miglioramenti su elementi marginali, mentre gli aspetti economici denunciano come le sofferenze delle imprese collochino Latina agli ultimi posti nazionali, così come per il tasso di fallimenti”.

“Abbiamo compiuto un importante passo avanti rispetto al precedente incontro di luglio – evidenzia la consigliera Rosa Giancola - poiché oggi abbiamo a disposizione dati aggiornati che fotografano la situazione attuale. Dobbiamo concentrare le energie per fare rete, è importante spingere i vari settori a collaborare tra loro, aiutando le grandi imprese a sentirsi parte del territorio. Le imprese oggi non guardano ai finanziamenti pubblici, ma alla disponibilità di strutture e infrastrutture. Grande attenzione va focalizzata sul turismo, che può offrire opportunità di destagionalizzazione collegando il mare, le vie d’acqua e le aree interne, per consentire la pratica di nuove forme turistiche oltre a quelle tradizionali. L’istituzione del Parco dei Lepini, ad esempio, oltre a un’occasione di tutela dell’ambiente e del territorio, fornirebbe anche una risorsa per il turismo sportivo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, verso la reindustrializzazione: Latina precursore nel Lazio

LatinaToday è in caricamento