Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia Cisterna di Latina

Selex Es, arriva l’accordo: la ratifica al Ministero del Lavoro

Il 22 luglio la ratifica dell'accordo per la cassa integrazione e i contratti di solidarietà per i dipendenti. 105 gli esuberi dichiarati a Cisterna

È previsto per domani presso il Ministero del Lavoro l’incontro per la ratifica della firma dell’accordo per la cassa integrazione straordinaria e i contratti di solidarietà per i 556 lavoratori della nuova società Finmeccanica, Selex Es.

Ricordiamo che la società nei mesi scorsi aveva dichiarato 1938 esuberi in tutta Italia, di cui 105 a Cisterna, scaturiti  dal piano di riorganizzazione che ha interessato 12.200 lavoratori in Italia delle tre società Finmeccanica Selex Galileo, Selex Elsag, Selex Sistemi Integrati, preoccupando, e non poco, i sindacati.

“Esuberi che – come ricorda l’Ugl - dopo 6 mesi di trattativa, hanno portato le organizzazioni sindacali a firmare il 27 giugno scorso un accordo che prevede diversi strumenti di gestione degli esuberi, con mobilità volontaria e cassa integrazione per i volontari, contratti di solidarietà per un massimo di 2 giorni di media al mese e attuazione dell’articolo 4 della legge Fornero, sempre per accompagnamento alla pensione”.

Domani, 22 luglio, quindi, verrà ratificato l’accordo presso il Ministero almeno per la parte che riguarderà a livello nazionale, le 500 casse integrazioni e i 9000 contratti di solidarietà, che partiranno ad agosto con un settimana di chiusura collettiva. Inoltre da settembre sono previsti i trasferimenti di una parte del personale, che dallo stabilimento della Selex Galileo di via Castelli Romani Pomezia in chiusura, circa 100 persone, saranno accolte nello stabilimento di Cisterna di Latina.

“Un piano di riorganizzazione ampio e importante per il futuro della nostra società, una scommessa che apre scenari di competizione interni e soprattutto sui mercati esteri, e che dopo anni di cambiamenti continui, riflette la necessità di un consolidamento soprattutto legato al management, e alle indicazioni del socio di maggioranza, lo Stato, per le commesse di lavoro che devono essere consolidate e finanziate – commenta il segretario provinciale Ugl Metalmeccanici Maria Antonietta Vicaro -. Sollecitiamo quindi anche la richiesta fatta congiuntamente, per il tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico, dove rimarcheremo la necessità di affidamenti a lungo termine, sui prodotti di una azienda che deve diventare in un prossimo futuro, modello di esempio di gestione per tutte le aziende Finmeccanica e nel mondo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selex Es, arriva l’accordo: la ratifica al Ministero del Lavoro

LatinaToday è in caricamento