Sicamb, si rompe il silenzio: nuovo incontro in Confindustria

Dopo quasi un mese in cui l'azienda ha avuto il tempo per riflettere sul futuro dei 26 lavoratori su cui pende la procedura di mobilità, nuovo faccia a faccia tra i vertici e i sindacati

Dopo un mese di silenzio sembra avere una schiarita il cielo dei dipendenti della Sicamb dopo l’apertura della procedura di mobilità avviata lo scorso 4 gennaio.

Da allora, nonostante le numerose sollecitazioni da parte delle sigle sindacali, c’è stato solo un incontro in Confindustria che risale al 18 gennaio dove le associazioni di categoria avevano già chiesto il ritiro della procedura e l’individuazione di una strada alternativa per il 26 lavoratori dell’azienda leader nel settore dell’aereonautica militare.

Per questa settimana è previsto un nuovo faccia a faccia tra sindacati e azienda durante il quale i primi torneranno a ribadire le ragioni dei loro assistiti.

“L’azienda sta dimostrando in questa fase, di non voler intavolare alcun dialogo con il sindacato per trovare soluzioni ai lavoratori coinvolti dalla mobilità - ha detto il segretario metalmeccanici Ugl Maria Antonietta Vicaro - visto che i lavoratori già inseriti nel percorso di cassa integrazione scadente a fine marzo, hanno dato la disponibilità alla verifica di percorsi alternativi, come la riqualificazione verso altre attività.”

“Attendiamo quindi l’incontro e poi decideremo cosa fare. Il tempo per ragionare l’azienda lo ha avuto. Per noi il ritiro della procedura non può che essere la giusta soluzione per un problema che non hanno creato ne i lavoratori, ne il mercato in crisi, visto che si tratta di riorganizzare l’azienda con i giusti criteri, tenendo conto delle professionalità e soprattutto di percorsi formativi che non ci risulta l’azienda abbia mai messo in atto.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavoratori nell’ultima assemblea, si sono mostrati preoccupati e chiedono che ci sia un piano industriale che dia più sicurezza per il futuro della Sicamb, una realtà di eccellenza storica del nostro territorio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento