menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cud online, lo Spi Cgil contrario alla decisione dell’Inps

Per il sindacato dei pensionati "lo Stato pensa di fare cassa sulla pelle dei pensionati". A disposizione volontari per la stampa del documento

La Spi Cgil contesta la decisione dell’Inps di non inviare più il Cud a casa, nonostante la richiesta di rinviare di un anno questa novità avanzata dalle organizzazioni sindacali dei pensionati.

“Ancora una volta lo Stato pensa di fare cassa sulla pelle dei pensionati” commentano da Via Eroi del Lavoro.

Il Cud online rappresenterebbe una ulteriore complicazione, dunque, per i pensionati che si vedono cancellare un diritto in ragione di una incomprensibile spending review. “Per molte persone anziane è impossibile stamparsi in autonomia il Cud per la dichiarazione dei redditi”, dichiara il sindacato dei pensionati.

La procedura prevede che ogni persone per stampare il proprio modello Cud debba connettersi a internet, sul sito dell’Inps e utilizzando il proprio codice Pin (rilasciato per metà via mail e per metà con un sms sul telefonino) e scaricare e stampare la documentazione che li riguarda.

“La procedura  - spiega la Spi Cgil - si può fare gratuitamente presso i Caf e i centri di assistenza fiscale, che sono letteralmente presi d’assalto in questi giorni, o al costo di tre/27 euro agli sportelli delle Poste Italiane. Alternativamente lo si può richiedere al numero verde 800.434.320”.

“È gravissima la decisione dell’Inps di scaricare oneri fiscali e burocratici sui pensionati – dicono dallo Spi – ma noi mettiamo a disposizione le nostre sedi e i nostri volontari per stampare gratuitamente il Cud a tutti coloro che decideranno di compilare la dichiarazione dei redditi presso di Caf della Cgil”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento