Destagionalizzazione al lido: Confcommercio, Fipe e Sib incontrano il sindaco Coletta

Al confronto presente anche l’assessore Lessio. Presidente di Confcommercio Tomassi: “Una pianificazione è di vitale importanza per mettere le basi per il rilancio della Marina”

Importante incontro tra Confcommercio Lazio Sud di Latina, Fipe e Sib Interprovinciale (Sindacato italiano balneari) con il Comune di Latina per affrontare il tema della destagionalizzazione degli stabilimenti balneari. Al confronto erano presenti il sindaco Damiano Coletta e l’assessore all’Ambiente Lessio. 

Il confronto richiesto dal presidente di Confcommercio Valter Tomassi ha riguardato in particolare la stesura del nuovo Pua (Piano di Utilizzazione degli Arenili), le proposte e le idee per la marina di Latina, inerenti le attività produttive e le infrastrutture. Uno dei punti cruciali  affrontati  quello della "destagionalizzazione"  norma che "deve prevedere si l'apertura degli stabilimenti balneari almeno nel fine settimana, ma al contempo garantire agli stessi, su richiesta di Confcommercio, una  tolleranza da parte del Comune nelle giornate invernali segnate dal maltempo". 

Al centro del confronto anche il Piano del Commercio su cui il Comune sta già lavorando, con particolare riguardo alle problematiche legate all’occupazione del suolo pubblico degli esercenti della zona dei pub. Tra gli altri temi il presidente Tomassi ha sollecitato l'amministratore ad nominare celermente l'Assessore  alle Attività produttive e Turismo. 

“La pianificazione del settore – ha sottolineato il presidente di Confcommercio Lazio Sud di Latina Valter Tomassi – è di vitale importanza per iniziare a pensare a mettere le basi per il rilancio della Marina. Creare nuove opportunità economico-commerciali, significherebbe per la città di Latina, nuovi posti di lavoro, servizi e certamente un maggiore controllo ambientale”. “La richiesta di un assessorato al Turismo e al Commercio – ha sottolineato il presidente Fipe Italo Di Cocco – ci permette di avere un punto di riferimento ben preciso. Siamo convinti che il rilancio del settore parta anche da questo. Noi siamo pronti a prenderci le nostre responsabilità e a mettere in campo tutti gli strumenti idonei e necessari per cambiare il volto della città”. “Pronto a lavorare in sinergia con le parti per Latina e per i suoi residenti – ha sottolineato il presidente del Sib Interprovinciale Mario Ganci -. L’apertura dell’Amministrazione comunale alle nostre richiesta fa ben sperare a ottimi risultati”.

Al termine del confronto Amministrazione e i rappresentanti dell’Associazione di categoria più rappresentative del territorio si sono espressi tutti con parole di grande soddisfazione per gli argomenti affrontati e si sono ripromessi di intraprendere un percorso comune nel solo intento di lavorare per il bene della città di Latina e dei suoi residenti e commercianti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

Torna su
LatinaToday è in caricamento