Economia Formia

“Diamo un calcio alla crisi”, incontro in Regione per il rilancio dell’ex Enaoli

E’ stato presentato durante l’incontro con gli assessori regionali all’Agricoltura e al Lavoro il progetto dell’associazione di Formia pensato per la creazione di nuove opportunità di lavoro a Formia

E’ stato presentato durante l’incontro che si è tenuto in Regione il progetto dell’Associazione “Diamo un calcio alla crisi” per il recupero dell’ex sito Enaoli di Formia di proprietà dell’Arsial.

Al tavolo erano presenti l’assessore all’Agricoltura Sonia Ricci, la dottoressa Sabrina Asfoco, delegata dall’assessore al Lavoro Lucia Valente, ed il dottor Massimiliano Baldini  dirigente della segreteria dell’assessore Ricci che avrà il compito di coordinare le prossime fasi dell’iniziativa, insieme al segretario generale della Femca Cisl Roberto Cecere e ai vertici dell’associazione Erasmo Nardella, Antonio Zambigli, Agostino Castellani, Ugo Trano.

“L’associazione - ricorda la Femca -, si è costituita nei mesi scorsi a Formia, ed è formata da lavoratori in mobilità e cassa integrazione del sud della provincia pontina, in gran parte provenienti da aziende del settore del tessile e della gomma plastica. Persone che hanno deciso di uscire dall’assistenzialismo e di reinventarsi un lavoro puntando su quanto il territorio può offrire, ed hanno individuato, nell’Ex Enaoli di Formia, una importante occasione di realizzare i loro progetti.

Il sito, da anni abbandonato e preda del degrado assoluto,  conta una superficie di dieci ettari, capannoni, attrezzature, serre e quant’altro possa essere utile per impiantare un’attività legata all’agricoltura biologica e di alta qualità”.

Assistiti da qualificati agronomi, i rappresentanti dell’associazione pontina hanno presentato alla Regione un preciso ed articolato progetto, che prevede la coltivazione di prodotti storici come agrumi, olive, vite, ortaggi, ma anche  produzioni innovative ed allevamenti, quali quelli l’aloe vera e delle lumache da utilizzare nella cosmesi e nella farmacopea. Un punto qualificante è poi costituito dalla Fattoria Didattica, rivolta alle scolaresche della zona dove poter effettuare dimostrazioni pratiche su coltivazioni orticole, apicoltura, allevamento di animali da cortile di piccola taglia, coltivazione di piantine ornamentali.

“La concretezza e la fattibilità del progetto hanno favorevolmente colpito i dirigenti regionali - commenta la Femca -, che hanno ben compreso di aver di fronte, non la solita lista di cose impossibili da realizzare e da finanziare a fondo perduto, ma una programmazione solida, avanzata da persone che credono fermamente nella loro iniziativa, tanto che un cospicuo gruppo sta partecipando ad un corso di formazione di apicoltura, presso l’Istituto Agrario di  Itri.. Primo passo di una serie di corsi che i lavoratori intendono fare per riqualificare le proprie competenze per trasformarle in progetti lavorativi”.

La Regione si è impegnata ad organizzare un incontro con l’attuale Commissario straordinario dell’Arsial, per avere un aggiornamento sulla situazione in cui versa l’ex Enaoli di Formia e verificare l’agibilità del sito. “Il progettorappresenta un nuovo modo di approcciare il problema della mancanza di occupazione partendo dal basso - commenta l’assessore Ricci -. Un interessante modello di autoimprenditorialità da seguire con attenzione, perché tende a valorizzare in modo estremamente positivo un’area agricola oggi completamente abbandonata”

“Questo primo incontro è stato positivo - ha concluso Cecere -, perché ha sgombrato il campo dall’idea che stessimo parlando di assistenzialismo o di idee fumose; al contrario è stato proposto un progetto concreto, con un’anima vera e idee realistiche. Ci auguriamo che questa volontà collaborativa, emersa nel corso della riunione, possa dare risultati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Diamo un calcio alla crisi”, incontro in Regione per il rilancio dell’ex Enaoli

LatinaToday è in caricamento