Economia

Aeroporto, si rompe il coro dei sì. E Frosinone fa la guerra a Latina

Il vicecoordinatore del Pdl Bianchi avverte: "L'Enac prevede investimenti solo per Fiumicino". E il consigliere regionale Scalia: "La Pisana ha già scelto di realizzare il nuovo scalo a Frosinone"

Si scalda il dibattito sulla realizzazione di uno scalo low-cost a Latina attraverso la conversione dell'aeroporto militare “Comani” a uso civile. E così, mentre maggioranza e opposizione trovano un'insolita quadra su un progetto che però rimane solo nell'aria, vengono fuori anche i primi distinguo e alcune posizioni contrarie. O forse solo più realistiche.

Lo scontro accende gli animi anche a Frosinone, dove ci si divide e si discute sul progetto del terzo scalo laziale, ricordando che la Regione ha già deciso di investire sulla realizzazione di un aeroporto nel capoluogo ciociaro.

LATINA, SI ROMPE IL CORO DEI FAVOREVOLI. Dopo la decisa e ufficiale presa di posizione del sindaco Giovanni Di Giorgi, che sull'ipotesi dell'aeroporto a Latina ha chiesto un incontro al ministro Profumo, qualche perplessità sul progetto comincia ad emergere nelle dichiarazioni degli esponenti politici pontini. È addirittura il vicepresidente provinciale del Pdl Vincenzo Bianchi a riportare tutti con i piedi per terra riferendo di un suo recente colloquio con il presidente dell’Enac Vito Riggio: “L’orientamento di qualsiasi investimento nell’aeroportualità nel Lazio esclude Viterbo, Frosinone e Latina e prevede un unico massiccio intervento finanziario solo per Fiumicino, facendolo diventare un hub Internazionale”.

Per l'ex vicesindaco di Latina sarebbe opportuno pensare ad altro tipo di investimenti più utili ai cittadini. Considerazioni simili erano state espresse nei giorni scorsi dall'assessore provinciale Enrico Tiero e dal segretario provinciale dell''Udc Michele Forte.

Molto più consistente il gruppo dei favorevoli al progetto dell'aeroporto, capeggiato dall'associazione “Mettiamo le Ali a Latina” e dal presidente della camera di commercio Vincenzo Zottola. L'ipotesi della trasformazione del Comani in uno scalo civile ha però trovato sponda, oltre che nel sindaco di Latina, nel centrodestra (il presidente della provincia Armando Cusani) come nel centrosinistra (il consigliere regionale del Pd Claudio Moscardelli).

FROSINONE DIFENDE IL SUO PROGETTO. Il dibattito sull'aeroporto che a Latina si è riacceso non lascia ovviamente indifferenti gli amministratori della vicina Frosinone. Il consigliere regionale ed ex presidente della provincia Francesco Scalia ha polemizzato con il presidente del Consiglio regionale Mario Abruzzese: "L’aeroporto a Latina, insieme alla realizzazione dell’autostrada Cisterna-Valmontone, determinerebbero la marginalizzazione definitiva del nostro territorio. Perderemmo il nostro tradizionale punto di forza: la centralità geografica e la presenza di importanti infrastrutture di collegamento, caratteristiche che ci hanno reso territorio particolarmente vocato alla logistica, tanto da essere ancora oggi la seconda provincia in Italia per i trasporti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, si rompe il coro dei sì. E Frosinone fa la guerra a Latina

LatinaToday è in caricamento