rotate-mobile
Dossier

Mister autovelox esiste, è di Latina e fattura 11 miliardi di euro

La storia incredibile dell'imprenditore Alessandro Patanè. La sua società, semisconosciuta in Italia ha ingaggiato una battaglia epocale contro Autostrade per l'Italia per la presunta contraffazione di un software

Nel Lazio è una delle aziende con il fatturato maggiore: si tratta di una società che svolge attività di consulenza, progettazione, produzione e vendita di apparati, sistemi e software nel campo delle telecomunicazioni e dei trasporti. E' la Alessandro Patanè srl, che ha sede a Latina e che si colloca al settimo posto tra le imprese più ricche del Lazio con oltre 11 miliardi di fatturato. E' la prima società informatica in Italia e fattura dieci volte più della seconda, la Zucchetti Group spa. Una crescita clamorosa partita dai 36 milioni del 2019 al miliardo del 2020, passando per i tre miliardi del 2020 fino alla cifra registrata nel 2022.

Il proprietario è Alessandro Patanè, che rivendica la paternità del software del sistema tutor, il sistema di controllo della velocità applicato sulla rete autostrale italiana. La battaglia legale è iniziata anni fa e ha visto fronteggiarsi la società Autostrade e la Craft, azienda fiorentina titolare del brevetto sviluppato dall'imprenditore pontino. In effetti, le cifre da capogiro messe a bilancio dal socio unico e fondatore della società sono il frutto di una richiesta di pagamento a enti e società di tutta Italia che avrebbero utilizzato abusivamente le tecnologie da lui sviluppate. Alessandro Patané è talmente sicuro delle sue ragioni da inserire da inserire in fatturato queste voci - "con fatture emesse dopo una lunga, attenta e ponderata azione di discovery, seguita da contestazioni e inviti alla conformità della licenza d'uso del software".

Ora si attende il pronunciamento della Corte di Cassazione, ma fino ad oggi due sentenze, quella del tribunale civile di Roma nel 2019 e quella della Corte d'Appello, hanno riconosciuto che Autostrade non ha compiutamente assolto all'onere di provare la titolarità del software.

Continua a leggere su Roma Today Dossier

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mister autovelox esiste, è di Latina e fattura 11 miliardi di euro

LatinaToday è in caricamento