rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Economia

Chiude il quotidiano La Provincia, redattori in assemblea permanente

Dopo lo sciopero, seguito alla decisione della società di chiudere l'edizione pontina del quotidiano, giornalisti e poligrafici in assemblea permanente presso la redazione sulla Monti Lepini dal 5 gennaio

Giornalisti e poligrafici de La Provincia in assemblea permanente. Il comitato di Redazione del quotidiano ha proclamato, infatti, un'assemblea permanente a partire da domani 5 gennaio 2014, presso la redazione di Latina in via Monti Lepini 2.

L'iniziativa fa seguito allo sciopero generale sul gruppo Effe SpA indetto dal 30 dicembre fino a oggi, dopo l’annuncio della chiusura dell’edizione pontina del quotidiano.

"Una decisione grave - scrive il comitato di redazione in una nota - cui ci troviamo costretti a causa del comportamento della società editrice fortemente lesivo della dignità dei lavoratori: 21 persone tra redattori e poligrafici. Dipendenti che vantano ancora il pagamento di sette mensilità, tredicesima oltre che spettanze accessorie".

La Effe Coop Editoriale spa il 30 dicembre scorso aveva diramato una comunicazione con cui ha dichiarato che "dal 5 gennaio la società non editerà l'edizione di Latina del giornale La Provincia Quotidiano". Sempre nella sua comunicazione, il presidente spiega che "nel periodo decorrente dalla data di sospensione dell'edizione di Latina e quella di eventuale accordo sindacale, il 50% dei dipendenti giornalisti e poligrafici verrà collocato in CIGS a zero ore e l'altro restante 50% in ferie".

"Stante questa situazione - prosegue ancora la nota del comitato di Redazione - ai redattori di Latina non resta che difendere i loro diritti di lavoratori attraverso l'assemblea permanente. L'assemblea dei redattori si riserva di effettuare altre eclatanti manifestazioni di protesta presso le sedi societarie e di riferimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il quotidiano La Provincia, redattori in assemblea permanente

LatinaToday è in caricamento