rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia

Crisi, esportazioni in crescita a Latina: +4,2% nel II trimestre del 2012

Analisi di Unindustria; provincia pontina in perfetto accordo con la media nazionale e trainata dai settori farmaceutico, chimico e metallifero. Crescita rallentata per il Lazio: +1,6%

Crescita lenta per le esportazioni del Lazio, mentre va ancora bene la provincia di Latina.

Questo è il quadro che emerge dall’analisi del centro studi Unindustria e relativo al secondo semestre del 2012. La crescita nazionale si attesta sul 4,2% - stesso dato per la provincia pontina – mentre l’intera regione fa registrare “solo” un + 1,6%.

Nei secondi tre mesi dell’anno, le esportazioni italiane si sono attestate sui 195,1 miliardi di euro e risultano in aumento del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2011; nel periodo in analisi, invece, l’export del Lazio (8,5 miliardi, il 4,4% del totale nazionale) cresce dell’1,6%.

La realtà laziale, stando sempre all’analisi di Unindustria, non è altro che il riflesso di un andamento incostante dell’intera regione che passa dalle buone prestazioni di Latina e Frosinone e le eccellenze di Rieti e Viterbo (che superano il +20%) al calo di Roma che fa segnare un -5,5%.

LATINA – Nella provincia pontina, con un 1,7 miliardi, si raggiunge il +4,2% delle esportazioni rispetto al secondo semestre del 2011.

Il destinatario principale dei prodotti locali rimane l’Unione Europea  (71,3%), seguono poi l’Asia Orientale (10,8%) e l’America Settentrionale (6,6%); mentre per quanto riguarda i  settori trainanti rimangono il farmaceutico (61,4%), il chimico (10,5%) ed il metallifero (6,5%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, esportazioni in crescita a Latina: +4,2% nel II trimestre del 2012

LatinaToday è in caricamento