Cassa integrazione alla Scm, scatta l’assemblea permanente

Proclamato lo stato di agitazione dopo che la società affittuaria del sito di Latina Scalo ha deciso di mettere 62 dipendenti in cig straordinaria

Stato di agitazione con assemblea permanente alla Scm di Latina Scalo. È questa la risposta che i lavoratori e i sindacati hanno dato alla società affittuaria del sito, la Cosmopharma srl, che ha deciso con atto unilaterale di mettere in cassa integrazione straordinaria i 62 lavoratori ex Gambro.

“Il fatto che a lavorare siano rimasti i 12 della Cosmopharma è stato letto come una provocazione e, soprattutto, lesivo agli interessi di queste persone che temono l’estromissione definitiva  del loro posto di lavoro – ha commentato la Femca Cisl di Latina in una nota -. E’ stato deciso il blocco delle attività lavorative e delle produzioni ed è stato chiesto al Prefetto di Latina di farsi carico di questa vertenza che si trascina ormai da troppi anni. Infatti fin da quando la multinazionale Gambro decise di abbandonare Latina scalo, lo stabilimento ha navigato in acque agitate passando di proprietà in proprietà fino al fallimento decretato il mese scorso dal Tribunale di Latina”.

Un brutto esempio di deindustrializzazione non riuscita di un sito abbandonato a se stesso dopo tante promesse e vari piani industriali rimasti sulla carta, in cui a pagare alla fine sono i lavoratori e le loro famiglie - continua la Femca Cisl -. Anche l’imprenditore che si era fatto avanti per rilanciare lo stabilimento non ha trovato meglio da fare, come primo atto, che collocare tutti i lavoratori in cassa integrazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ una brutta vicenda - commenta Roberto Cecere segretario provinciale della Femca Cisl di Latina - l’appello lanciato al Prefetto ed alle istituzioni vuole essere una richiesta a farsi carico di quanto sta accadendo prima che sia troppo tardi. Alla curatela fallimentare chiediamo di attivarsi affinché l’anno di cassa integrazione, firmato in Regione, non scorra invano soprattutto alla luce delle manifestazioni di interesse per il sito della SCM avanzate da alcuni imprenditori locali. Evitiamo che il trascorrere del tempo faccia perdere quel poco di attività industriale che si è avviata, in questi anni nello stabilimento di Latina Scalo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus Pomezia, primo decesso in città. Il cordoglio del sindaco: “Tragica notizia”

Torna su
LatinaToday è in caricamento