rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia Gaeta

Crisi, fallisce l’Italcraft di Gaeta: colpo duro per i 46 lavoratori

Ieri la decisione del tribunale di Latina; adesso si apre una delicata fase per il futuro dei 46 dipendenti in cassa integrazione

È arrivata la sentenza definitiva: l’Italcraft di Gaeta è fallita. Quale futuro ora per i 46 lavoratori in cassa integrazione?

La notizia è giunta nel tardo pomeriggio di ieri  - arrivata al culmine di una vicenda particolarmente travagliata del sito del sud pontino- mentre le organizzazioni di categoria – Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil - erano impegnate nel tavolo in Regione per discutere proprio la questione dei dipendenti.

Ora la situazione è particolarmente delicata; dopo la decisione del tribunale di Latina verrà nominato un curatore fallimentare e la speranza è che presto si faccia avanti un compratore.

Dall’altro lato c’è da definire il futuro dei 46 lavoratori sulla cui testa pende il rischio concreto della perdita del posto di lavoro. Proprio per questo per i primi giorni della prossima settimana è previsto un nuovo tavolo in Regione, quando già sarà stato nominato il curatore fallimentare.

“Nel prossimo incontro che si terrà a Roma – ha dichiarato Luigi Coppola della Filca Cisl – faremo di tutto per ottenere il massimo per tutelare i 46 lavoratori ora in cassa integrazione. Adesso è finito il momento di perdere tempo, dobbiamo agire e dobbiamo farlo in fretta per non far sì che siano i dipendenti dell'Italcraft a pagare lo scotto di quanto sta accadendo”.

“Di tempo fino ad oggi ne è stato perso fin troppo. E mi rivolgo anche ad istituzioni ed Enti che di promesse ne hanno fatte tante, ma che di fatto hanno mostrato scarsa attenzione alla situazione dell'azienda di Gaeta. Anche loro devono prendere una posizione in questa situazione; vogliamo capire che intenzioni hanno, se veramente vogliono mandare avanti il sito, che è un gioiello per il nostro territorio”.

“Ora abbiamo bisogno di proposte di valore – conclude Coppola -, perché i 46 dipendenti devono rientrare nel sito. Abbiamo bisogno di agire in fretta, non si può giocare sulla pelle dei lavoratori”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, fallisce l’Italcraft di Gaeta: colpo duro per i 46 lavoratori

LatinaToday è in caricamento