Economia

Findus, 45 lavoratrici stagionali a rischio: tavolo istituzionale in Prefettura

Le dipendenti non sono state confermate a causa del decreto dignità. Sindaco di Cori al fianco delle lavoratrici: "Si trovi una soluzione"

Prefettura di Latina

E’ stato convocato per la mattina di giovedì 13 febbraio in Prefettura a Latina il tavolo istituzionale per discutere dell’emergenza relativa alle 45 lavoratrici stagionali della Csi Findus che non sono state confermate a causa del decreto dignità e che attendevano, invece, una stabilizzazione. 

Un incontro che vedrà confrontarsi tutte le parti interessate per fronteggiare la situazione che vede coinvolte, loro malgrado, le 45 dipendenti dell'azienda, emersa nei giorni scorsi. Al tavolo, oltre al Comune di Cisterna, prenderà parte anche il sindaco di Cori Mauro De Lillis che esprime la sua vicinanza “alle persone che stanno vivendo una situazione di grande difficoltà” e rivolge il suo appello affinché "sia individuata una soluzione". 

“La Findus è stata una 'madre' per molte famiglie di questo territorio – dice Mauro De Lillis -, dando lavoro e contribuendo allo sviluppo della nostra provincia. Tra queste famiglie tante di Cori e, nello specifico, anche la mia. Esprimo dunque la mia stima verso l’azienda”. 

Di qui l’appello: “Dimostri anche questa volta di essere al fianco di queste famiglie, trovando una soluzione per le 45 lavoratrici stagionali che rischiano di rimanere senza lavoro e senza una copertura di carattere sociale, come Naspi e reddito di cittadinanza. L’art.1 della Costituzione - prosegue il primo cittadino di Cori - dice che la nostra Repubblica è fondata sul lavoro. Dovere delle istituzioni è quello di difendere i principi costituzionali. Allora il Comune di Cori scende al fianco delle lavoratrici per far sì che il lavoro sia un diritto anche per loro: un appello che lanciamo all’azienda, alle istituzioni e ai sindacati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Findus, 45 lavoratrici stagionali a rischio: tavolo istituzionale in Prefettura

LatinaToday è in caricamento