Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia

“Food&Beverage”: ecco il progetto di Confesercenti per la zona pub di Latina

Al via la formazione destinata agli operatori; previsti due cicli di incontro con il primo modulo su marketing e reti di impresa

Promuovere e sensibilizzare gli operatori del distretto Food&Beverage di Latina alla costituzione di una rete d’impresa al fine di condividere fabbisogni, esigenze, idee e good practice: questo l’obiettivo del progetto “Food&Beverage” messo a punto dalla Confesercenti di Latina di concerto con enti, professionisti e operatori.

“La cosiddetta zona pub che raccoglie la maggior parte delle attività commerciali del settore, ha bisogno di un rilancio programmato anche in vista della nuova stagione - chiosa Massimo Ceccarini, vicepresidente di Confcommercio Latina, presidente dell’Associazione Isola che non c’è e titolare del Caffè Nanà - Un momento formativo, innanzitutto, da erogare gratuitamente agli operatori per sottolineare come la disciplina del marketing digitale e la concertazione di azioni coordinate in una rete d’imprese, possano offrire opportunità di ottimizzazione e di sviluppo per tutti”

Il progetto, infatti, prevede due incontri per un totale di circa otto di formazione. Il primo appuntamento è fissato per lunedì 6 marzo al Caffè Nanà, diviso in due slot di due ore ciascuno. Dalle 10 alle 12 la formazione avrà come tema le opportunità che il marketing digitale, non solo legato alle piattaforme social, garantisce a qualsiasi tipo di attività commerciale. Il secondo, schedulato nel pomeriggio dalle 16 alle 18, vedrà i temi della costituzione di una rete d’impresa come scelta strategica, fare da filo conduttore.

“La coda lunga delle restrizioni post pandemia - continua Ceccarini - ha purtroppo visto alcuni imprenditori mollare e altri nella condizione di dover decidere del proprio futuro. Un indirizzo, in questo senso, sarà quanto mai utile”

Ma la zona pub ha anche una dimensione sociale oltre che imprenditoriale. Il distretto compreso tra le vie Battisti, Neghelli e Lago Ascianghi, esteso anche fino a via Adua e oltre, è uno dei pochi luoghi di aggregazione giovanile, anche per l’adiacenza alla zona universitaria. “Per questo - conclude Ceccarini – è necessaria un’azione coordinata e continuativa che veda protagonisti tutti gli attori” E infatti gli ultimi due moduli, verosimilmente programmati per il lunedì successivo, si agganceranno alla costituzione di una rete d’impresa sotto il profilo legale e alla sicurezza sul lavoro come da indicazioni recepite dal D. Lgs 81/2008.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Food&Beverage”: ecco il progetto di Confesercenti per la zona pub di Latina
LatinaToday è in caricamento