Economia

Turismo enogastronomico, culturale e archeologico: il Golfo sbarca all’Expo

Il progetto presentato dai Comuni di Formia, Gaeta, Minturno, Itri e Spigno Saturnia che ha ricevuto il finanziamento della Regione Lazio per un importo di 25 mila euro

Anche il Golfo sbarca all’Expo con un progetto presentato dai Comuni di Formia, Gaeta, Minturno, Itri e Spigno Saturnia che ha ricevuto il finanziamento della Regione Lazio per un importo di 25mila euro.

Si tratta di una mappa per promuovere il turismo enogastronomico, culturale ed archeologico del territorio. La brochure sarà esposta all’Expo 2015 di Milano in un viaggio ideale tra le bellezze e i sapori del Golfo.

Ieri mattina si è svolta la riunione operativa tra i Comuni riunitisi in consorzio con Formia capofila. Il progetto prevede nello specifico la realizzazione di una cartoguida cartacea e digitale contenente tutte le info sui prodotti tipici e le specialità culinarie dei cinque comuni, associati ad immagini e notizie sul patrimonio naturale, paesaggistico, storico e culturale.

“La cartoguida - spiegano da Formia - sarà realizzata in carta patinata lucida (formato aperto 49,5x63, formato chiuso cm 9.9x21) e conterrà la cartografia del territorio, legende, indicazioni e specificità di lettura e, sul retro, una descrizione organizzata per sezioni e luoghi dei prodotti tipici, delle specialità culinarie e dei luoghi di interesse turistico. Dalla Tiella di Gaeta al miele che ha ottenuto la Goccia d’oro nell’ambito del concorso nazionale Grandi Mieli 2013, dalle olive di Gaeta all’olio extravergine. Per ogni prodotto presente sarà realizzata una scheda descrittiva con foto, denominazione, categoria, settore, stagionalità e area geografica di produzione.

Grande attenzione - proseguono dal Comune di Formia - sarà riservata anche ai beni culturali e a tutti i siti di rilevanza turistica che saranno localizzati sulla cartografia e classificati per tipologia ed importanza. Altrettanto sarà fatto con gli itinerari naturalistici che promuoveranno il mare, le bellezze dei nostri due parchi (Parco Regionale dei Monti Aurunci e Parco Regionale della Riviera di Ulisse), la straordinarietà dei paesaggi costieri e montani, i profumi, le tradizioni della cultura locale, il turismo sportivo e scolastico legato alla vela. In ultimo e certo non per importanza, il progetto mira, attraverso la definizione di veri e propri itinerari, a mettere in rete i siti archeologici e storici del territorio: dall’antica Via Appia all’area di Minturnae, dal Cisternone di Castellone, a Formia, al Castello medievale di Itri, dal borgo di Sant’Erasmo, a Gaeta, al centro storico di Spigno vecchia”.

I testi della guida saranno tradotti in inglese, francese, tedesco e spagnolo (30 mila copie in italiano, 10 mila in inglese e 5 mila per ciascuna delle altre lingue).

“Ringraziamo la Regione per il finanziamento – commenta l’assessore al Turismo del Comune di Formia Eleonora Zangrillo – che premia il progetto e, insieme, la volontà dei comuni del Golfo di mettersi insieme per una programmazione finalmente integrata dell’offerta turistica. Attraverso la cartoguida saremo all’Expo di Milano a promuovere i nostri tesori con la speranza che sia solo l’inizio di un proficuo percorso di collaborazione tra gli Enti, accomunati tutti dal medesimo obiettivo, quello di valorizzare l’inestimabile patrimonio di storia, natura e bellezza che questa terra riserva a chi ha la fortuna di viverci e a chi, d’ora in avanti, vorrà visitarla”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo enogastronomico, culturale e archeologico: il Golfo sbarca all’Expo

LatinaToday è in caricamento