Economia Cisterna di Latina

Imu, a Cisterna aliquote allo 0,35? Nuova seduta del Consiglio

Seduta del Consiglio comunale che dovrà esprimersi sulle aliquote e detrazioni provvisorie dell'Imu per l'anno 2012 in vista dell'approvazione del bilancio di previsione

Seduta di Consiglio comunale importante oggi a Cisterna; dopo l'approvazione in Giunta, l'assise dovrà infetti esprimersi sulle aliquote e detrazioni provvisorie dell’Imu per l’anno 2012 in vista dell’approvazione del bilancio di previsione.

“Le aliquote che vengono sottoposte al Consiglio Comunale sono necessarie per giustificare le somme iscritte a bilancio di previsione e che consentono il raggiungimento degli equilibri, ma le stesse non sono definitive perché la norma stabilisce che la determinazione delle aliquote definitive debba avvenire entro il prossimo 30 settembre” spiegano dal Comune.

Alla luce di questo importante appuntamento, quindi, l’assessore al Bilancio e Programmazione, Marco Olivieri, chiarisce quelle che saranno le linee seguite dall’amministrazione di Cisterna in questa prima parziale determinazione delle aliquote.

“Nonostante il Governo non abbia ancora dato indicazioni precise, il Comune – afferma Olivieri – è chiamato a stabilire le aliquote Imu per il proprio territorio avendo la possibilità di variare, entro determinati limiti, i valori ‘di base’ fissati dal legislatore che sono 0,40% per l’abitazione principale, 0,76% per la seconda casa e le attività produttive, 0,2% per gli insediamenti rurali. L’amministrazione ha cercato di alleviare l’onere ai titolari dell’abitazione principale, coincidente in buona parte con le fasce deboli della popolazione, abbassando l’aliquota allo 0,35%. E’ stata individuata nello 0,90%, di cui lo 0,38% è fissato dallo Stato, l’aliquota per la seconda abitazione e le attività produttive”.

“Va precisato  - prosegue Olivieri -che si tratta comunque di aliquote provvisorie, soggette a revisione ed aggiustamenti fino alla scadenza del 30 settembre prossimo con l’approvazione dell’apposito regolamento comunale. Proprio in vista di ciò, quando il Dipartimento delle Finanze e l’Agenzia delle entrate forniranno dati dettagliati relativi ai versamenti della prima rata dell’Imu dei contribuenti per singolo comune, l’amministrazione effettuerà un raffronto tra le previsioni e le risultanze effettive così da poter intervenire sulle aliquote, con particolare riguardo ed attenzione anche verso le categorie produttive, tutte, con ragionevolezza e senza discriminazione, perché siamo consapevoli delle difficoltà oggettive in cui gli operatori economici si trovano a doversi confrontare”.

“E’ pertanto inutile – conclude l’Assessore Olivieri – creare o alimentare polemiche in questo momento dove le aliquote sono assolutamente provvisorie e l’intento comune è quello di poter giungere alla scadenza del 30 settembre prossimo con la possibilità di limitare gli oneri per tutti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu, a Cisterna aliquote allo 0,35? Nuova seduta del Consiglio

LatinaToday è in caricamento