rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Il caso

Karibu e Aid, Uiltucs chiede un nuovo incontro al prefetto: “I lavoratori meritano risposte”

La richiesta inoltrata dal segretario Cartisano: “E’ necessario un cambio di passo sulla vicenda”

La Uiltucs Uil di Latina è tornata a chiedere un incontro urgente al prefetto Maurizio Falco: il caso è sempre quello legato alla cooperativa Karibu e al Consorzio Aid in relazione alla vertenza per il mancato pagamento degli stipendi ad alcuni lavoratori (quasi una trentina quelli che si sono rivolti alla sigla sindacale). Una vicenda, questa, che nelle ultime settimane è salita alla ribalta nazionale anche per l’inchiesta della Procura di Latina. 

“Abbiamo l’esigenza di dare risposte ai lavoratori - ha ribadito il segretario Gianfranco Cartisano che questa mattina ha inoltrato una nuova richiesta di incontro -. Ricordiamo il percorso avviato nei giorni scorsi dalla Prefettura di Latina, la quale ha effettuato ‘l’intervento sostitutivo nel pagamento delle retribuzioni”, procedura applicata solo a quattro dipendenti delle cooperative, perché solo quattro ne risultavano comunicati nell'appalto della Prefettura. Anche questo è un particolare molto discutibile per noi della Uiltucs Latina - prosegue il sindacalista -, perché altri lavoratori hanno dichiarato che hanno sempre lavorato in quei servizi affidati dalla Prefettura”. 

La richiesta che arriva dal sindacato è di convocare tutti “gli Enti che hanno attivato progetti a favore del Consorzio Aid e della cooperativa Karibu; abbiamo il dovere ognuno per proprio ruolo di bloccare l'emorragia delle risorse saldate e mai arrivate ai lavoratori. Chiediamo al prefetto che la modalità della sostituzione del pagamento  venga attivata anche dagli altri Enti; è necessario un cambio di passo sulla vicenda al fine di rispondere alle tante famiglie che continuano a riscontrare che tutti hanno percepito le risorse sull'accoglienza ed integrazione tranne i lavoratori rimasti senza retribuzioni. Il disagio di questi lavoratori, le difficoltà di queste famiglie rimane un emergenza; le risorse economiche per la parte dei salari debbono essere interrotte alla Karibu e al Consorzio Aid e versate nell'immediatezza ai tanti lavoratori” ha concluso Cartisano.   

Uiltucs chiede un nuovo incontro al prefetto: "I lavoratori meritano risposte"
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Karibu e Aid, Uiltucs chiede un nuovo incontro al prefetto: “I lavoratori meritano risposte”

LatinaToday è in caricamento