rotate-mobile
Economia

Aviointeriors, esplode la protesta: gli operai occupano l’Appia

I lavoratori ieri avevano iniziato l'assemblea permanente per il mancato pagamento dello stipendio di maggio, l'assenza del tfr e il blocco di ferie e permessi. A questo va aggiunto il rischio di 150 licenziamenti

Ieri era iniziata l’assemblea permanente e oggi hanno continuato la loro protesta arrivando ad occupare l’Appia.

Sono i lavoratori dell’Aviointeriors di Tor Tre Ponti che questa mattina hanno manifestato, occupando ogni 15 minuti la statale 7 all'altezza del chilometro 66,400, contro le decisioni assunte dalla società che ha annunciato anche 150 esuberi.

La mobilitazione dei lavoratori era stata annunciata nella serata di martedì dal segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici Giuseppe Giaccherini  che aveva definito “unilaterale e irresponsabile” l’atteggiamento assunto dei vertici della società.

La protesta era scattata dopo che l’Aviointeriors aveva annunciato che il "pagamento dello stipendio è rimandato a data da destinarsi, e che non ha erogato gli acconti sulla retribuzione dello scorso 25 maggio, ha vietato ai dipendenti di prendere ferie e permessi, mentre nella busta paga e sul Cud mancavano alcune voci, come il tfr”.

Motivi a cui nelle ultime ore si è aggiunto anche il rischio del licenziamento di 150 operai.

Inevitabili anche le ripercussioni sul traffico questa mattina, con la circolazione sull’Appia fortemente rallentata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aviointeriors, esplode la protesta: gli operai occupano l’Appia

LatinaToday è in caricamento