Economia Formia

Ex cravattificio Pompei, Provincia e Comune in campo per i 53 lavoratori

Il presidente Della Penna e il sindaco Bartolomeo hanno incontrato oggi con gli ex dipendenti senza stipendio da mesi, da quando è scaduto il tirocinio formativo che li ha visti per 24 mesi impegnati al servizio delle scuole

Si è tenuto nel pomeriggio di oggi nella sede decentrata della Provincia di Latina a Formia l’incontro per discutere il futuro dei 53 ex lavoratori del cravattificio Pompei.

Provincia e Comune sono a lavoro, infatti, per trovare una soluzione per gli ex dipendenti senza stipendio da mesi, da quando è scaduto il tirocinio formativo che li ha visti per 24 mesi impegnati al servizio delle scuole.

Insieme al sindaco Sandro Bartolomeo, hanno preso parte alla riunione con gli ex lavoratori la presidente della Provincia Eleonora Della Penna e il consigliere provinciale Michele Forte.
La soluzione è complessa. I fondi latitano. Le risorse che la Provincia ha a disposizione non superano i 260 mila euro. “Ho chiesto un incontro alla Regione – ha spiegato la presidente Della Penna -. Nei prossimi giorni saremo a Roma per verificare la reale disponibilità di risorse. Ho incontrato i lavoratori e le lavoratrici per spiegare loro la situazione e discutere le piste praticabili. Che essenzialmente, sono due.

Primo: verificare con la Regione se esiste un canale di finanziamento tra le pieghe della programmazione di quell’ente. Secondo: un’associazione temporanea di scopo tra Comuni interessati e Provincia con l’obiettivo di attivare un ulteriore, breve, periodo di tirocinio formativo. I 24 mesi previsti dalla legge sono stati abbondantemente superati. Possiamo essere i capofila di una progettualità che veda coinvolti anche i Comuni di provenienza dei lavoratori, per inserirli negli Enti e nelle strutture dove sono stati impiegati, con frutto, nel corso dei mesi scorsi”.

Da parte loro, il sindaco Bartolomeo e il consigliere provinciale Michele Forte hanno offerto la propria disponibilità a continuare il percorso di confronto, pur nella consapevolezza delle restrizioni imposte ai Comuni dal Patto di Stabilità. Tutti hanno comunque assicurato grande attenzione alla vicenda. “Il futuro degli ex dipendenti Pompei – ha chiarito la presidente Della Penna – è un’assoluta priorità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex cravattificio Pompei, Provincia e Comune in campo per i 53 lavoratori

LatinaToday è in caricamento