Lunedì, 18 Ottobre 2021
Economia

Lavoratori socialmente utili, la soluzione è sempre più vicina

Proficuo l'incontro in Regione di giovedì 12 gennaio. Soddisfatta la Fp Cgil: "Ci stiamo avvicinando alla conclusione di una complicata vertenza con soluzioni adeguate per tutti"

“Ci stiamo avvicinando alla conclusione di una complicata vertenza con soluzioni adeguate per tutti”. Con queste parole la Fp Cgil commenta l’importante incontro di giovedì scorso, 12 gennaio, con  la Direzione Regionale - Formazione e Lavoro in merito alle problematiche degli LSU della provincia di Latina.

Ad ora risultano ancora circa 60 unità le unità a non aver trovato una collocazione dopo la chiusura del bacino Lsu lo scorso 31 dicembre.

La Regione, durante l’incontro, ha comunque illustrato il percorso che sarà seguito nei prossimi tre mesi per arrivare a soluzioni occupazionale definitive per tutti.

Diverse le iniziative di riassorbimento dei dipendenti che verranno messe in campo in questo senso:

-    approvazione Deliberazione Regionale per attivare tirocini formativi e/o voucher che rendano impegnati, fin dal corrente mese, gli ex lavoratori socialmente utili;

-    un protocollo d’intesa con la Asl di Latina, verificando le somme impegnate, le funzioni e le professionalità richieste nonché i posti disponibili alla data attuale nei vari Distretti presenti sul territorio di Latina;

-    un protocollo d’intesa con le Comunità Montane presenti sul nostro territorio con il quale la Regione Lazio, qualora dovessero le stesse essere sciolte, assegnerà ad altri Enti le unità lavorative attualmente operanti

È stata anche confermata la possibilità di presentare domanda entro 31 dicembre 2012 per la fuoriuscita volontaria dal bacino ex LSU confermando altresì l’incentivo di € 35.000,00.

Compiaciuta la Fp Cgil che vede sempre più vicina la conclusione di questa complicata vertenza che ha visto gli stessi lavoratori scendere in prima persona in campo. “La Fp Cgil senza mai perdere di vista gli obiettivi, ha sempre indicato le corrette soluzioni e gli strumenti da utilizzare al fine di salvaguardare l’occupazione, i diritti e le giuste aspettative dei lavoratori” commenta la sigla sindacale per voce del suo segretario provinciale Maria Cristina Compagno.

“La FP CGIL ritiene che si debba proseguire attraverso il confronto con gli Enti e le Amministrazioni interessate - nel modo e nei tempi sin qui attuati - con l’indispensabile contributo che tutti i lavoratori hanno assicurato fino ad oggi, restando al loro fianco sempre e fino a quando anche l’ultimo lavoratore abbia trovato la giusta collocazione occupazionale” chiude la sigla sindacale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori socialmente utili, la soluzione è sempre più vicina

LatinaToday è in caricamento