Crisi Maserpack, lettere di licenziamento per i 9 dipendenti

Dopo il mancato accordo in Regione dello scorso 27 aprile, l'amara sorpresa per i lavoratori dell'azienda cartotecnica di Cisterna licenziati al rientro dalle festività del 1 maggio

La crisi era nell’aria ormai da mesi e la mazzata finale per i dipendenti della Maserpack è arrivata proprio il giorno successivo alla Festa dei Lavoratori.

L’azienda cartotecnica di Cisterna ha consegnato ieri le 9 lettere di licenziamento ai dipendenti, definiti come esuberi, che ora si ritrovano senza lavoro. La decisione della società è arrivata in seguito al mancato accordo in Regione dello scorso 27 aprile.

A nulla sono valse le richieste di utilizzare la cassa integrazione straordinaria per crisi o per ristrutturazione, quest’ ultima quella più idonea a nostro avviso – si legge in una nota della Cgil -; quanto incomprensibile che un azienda che si sta ristrutturando per proseguire l’attività sul territorio, dichiarazioni di Federlazio, non usufruisca dei previsti ammortizzatori in attesa di una stabilizzazione del lavoro o della riorganizzazione in atto come presentato nella procedura di mobilità”.

La sola apertura concessa sarebbe stata  una cassa integrazione senza rotazione alle 9 figure da licenziare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Strategica, per l’azienda, la data dei licenziamenti, avvenuti con consegna a mano ai lavoratori al rientro della festività del 1 maggio. Gli stessi hanno trovato inibiti gli accessi allo stabilimento dove l’azienda, a mò di sfratto, aveva provveduto a cambiare tutte le serrature e ha aspettato che i lavoratori  si presentassero ai cancelli per notificargli le lettere di licenziamento. La procedura e i licenziamenti sono stati già in mattinata oggetto di verifica con gli uffici legali della Cgil per verificare individualmente i criteri e le modalità adottate per licenziare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nelle ultime 24 ore 17 contagi nel Lazio e tre in provincia. I dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: 15 nuovi casi nel Lazio, 2 in provincia di Latina. I dati delle Asl

  • Coronavirus: 12 nuovi contagi nel Lazio, nessuno tra i residenti pontini. I dati delle Asl

  • Coronavirus Latina: tornano i contagi, due nuovi positivi in provincia

  • Coronavirus, altri positivi: oltre al bagnino di Sabaudia, un indiano e un uomo di Sermoneta

  • Coronavirus Latina, altri due casi in provincia. Focolaio della movida: al via i tamponi drive in

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento