rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Metalmeccanico, a Latina resistono piccole e medie aziende

A parlare è il segretario generale della Uilm Rocco Palombella che a Pomezia ha incontrato tutte le realtà regionali dei metalmeccanici della Uil: "Nel Lazio la crisi c'è, ma se ne può uscire"

La crisi c’è ma se ne può uscire. Questo il messaggio lanciato dal segretario generale della Uilm Rocco Palombella, che a Pomezia ha incontrato tutte le realtà dei metalmeccanici della Uil del Lazio coordinati da Fabrizio Fiorito.

Il Lazio soffre dal punto di vista occupazionale, anche se la situazione industriale al momento tiene, grazie all'applicazione degli appositi ammortizzatori sociali come la Cassa integrazione guadagni indispensabile a tenere gli addetti ancorati ai loro luoghi di lavoro in attesa che il peggio passi" ha spiegato Palombella.

"Gli occupati - ha aggiunto citando i dati relativi al secondo semestre diffusi dall'Istat - sono calati solo nel Lazio di circa 74.000 posti unità rispetto all'anno precedente. Per quanto riguarda la Cig sono stati 38.222 i lavoratori in cassa integrazione nel Lazio nel mese di settembre. Ovvero 15.224 in più rispetto al mese precedente".

Palombella ha poi fatto il quadro delle singole realtà provinciali. “Alla SelexEs di Cisterna di Latina i lavoratori stanno gestendo i contratti di solidarietà ma il sito del gruppo Finmeccanica tiene. Nell'agro pontino resistono tante piccole e medie aziende metalmeccaniche” ha dichiarato il segretario generale della Uilm. “A Roma la crisi è nera, in provincia di Viterbo i metalmeccanici sono soprattutto concentrati nel comparto artigianale. A Rieti si vive il dramma della Ex Alcatel Lucent, ora Ritel a rischio di scomparsa. In provincia di Frosinone, lo stabilimento della Fiat a Piedimonte San Germano si regge essenzialmente con la produzione della Giulietta ed attende un nuovo modello ed investimenti per il rilancio".

"Insomma la crisi nel Lazio s'avverte - ha concluso - ma dobbiamo essere consapevoli che se ne deve e può uscire. Dalle modifiche in sede parlamentare al disegno di legge della Stabilità, che per forza di cose ci saranno nel rispetto dei saldi fissati sarà fondamentale spostare risorse verso il lavoro, la manifattura, la ricerca".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metalmeccanico, a Latina resistono piccole e medie aziende

LatinaToday è in caricamento