Economia

Michelin Pilot Sport 4, più di un semplice aggiornamento

Erede di una intera generazione di pneumatici di successo, il nuovo Michelin Pilot Sport 4 punta ad alzare ulteriormente l'asticella della qualità e delle prestazioni, proponendosi come un vero e proprio modello di riferimento anche per i concorrenti.

Con il bel tempo che sta tornando a farla da padrone, è il momento di dare un occhio alle novità nel campo delle gomme per automobili; per la precisione, abbiamo chiesto agli esperti di Euroimport Pneumatici di descrivere le novità introdotte dal Michelin Pilot Sport 4, uno dei modelli più attesi di quest’anno e già in vendita sul portale dell’azienda torinese. Il numero progressivo non deve trarre in inganno: certo, il quattro segue il tre e ne acquisisce tutta la storia, ma in questo caso le differenze sono talmente marcate che possiamo considerarlo un prodotto totalmente nuovo.

Differenze nette. I miglioramenti rispetto agli pneumatici considerati già “consigliati” anche dall’ultimo test del TCS svizzero sono davvero notevoli: il Pilot Sport 4 non solo sostituisce il Pilot Sport 3 (e la variante Sport), ma lo supera ampiamente in ogni tipologia presa in esame, dal design alla tecnologia fino alle prove comparative, che nel 99% delle situazioni quotidiane hanno visto prevalere l’ultimo arrivato, che garantisce anche un ulteriore vantaggio di un miglioramento pari al 10-15% del livello di usura; quell’un per cento rimanente è relativo ad un’unica prova, quella su pista asciutta, nella quale l’auto attrezzata con i Super Sport ha viaggiato con appena un paio di decimi di secondo in meno rispetto a quella con il Pilot Sport 4.

Studio accurato e innovativo. Il segreto di questa accelerazione sta anche nella fase di progettazione, che è iniziata in maniera innovativa, attraverso un complesso sistema di valutazione delle esigenze dei consumatori stessi, il Road Usage Lab, che ha sfruttato l'installazione di sofisticati sensori su 3.000 veicoli in tutta Europa, che hanno inviato informazioni in tempo reale, per scoprire tutto ciò che accade nelle ruote della vettura nel corso di un utilizzo giornaliero, come consuetudini di guida, condizioni di temperatura e stile di guida degli automobilisti. In questo modo, i tecnici Michelin si sono concentrati innanzitutto sul miglioramento della manovrabilità e del tempo di risposta di gestione, e poi per ottimizzare le prestazioni sull’asfalto bagnato e la durata della vita degli pneumatici. L’altra novità si chiama "Dynamic Response", una tecnologia che prevede sul battistrada una cintura ibrida di rinforzo in aramide e nylon per un controllo direzionale ottimale in ogni momento e ad ogni sollecitazione del volante.

La pioggia non preoccupa. Per migliorare le prestazioni sul bagnato, invece, sono state introdotte alcune modifiche sia al materiale, che ora respinge maggiormente l'acqua, sia al design, grazie a canali longitudinali larghi e profondi che offrono una evacuazione veloce e uno scarico maggiore, drenando così l’acqua del fondo bagnato. Proprio per dimostrare i risultati ottenuti, Michelin ha deciso di lanciare il guanto di sfida ai diretti concorrenti in maniera visiva (e provocatoria), presentando sul proprio sito delle tabelle comparative delle prestazioni del Pilot Sport 4 contro gli altri modelli di pneumatici equivalenti. In questo modo, si scopre che lo spazio di frenata sul bagnato delle gomme Michelin è inferiore di 2,63 metri rispetto alle Bridgestone Potenza e di 30 centimetri rispetto alle Continental SportContact5; l’usura, invece, presenta le differenze maggiori, perché la vita degli pneumatici francesi è addirittura maggiore di oltre 7mila chilometri nei confronti della proposta di Continental e di ben 5200 verso i Bridgestone.

Note di vendita. Attualmente, i nuovi pneumatici Michelin Pilot Sport 4 sono offerti in 19 misure diverse con dimensione di 17 e 18 pollici; la versione con cerchione da 19 pollici dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell’anno, mentre nel 2017 si dovrebbe completare la gamma con quelli da 20 e 21 pollici. Secondo la casa francese, inoltre, non si tratta solo di una gomma sportiva, ma tra i modelli di automobile che potrebbero montare i Pilot Sport 4 ci sono anche la BMW Serie 3, la Ford Mondeo, Audi A4 e le Volkswagen Golf e Passat.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michelin Pilot Sport 4, più di un semplice aggiornamento

LatinaToday è in caricamento